Condividi
  • Facebook
  • Twitter
1/9/2014

"Grande Guerra 1914-2014", un anno nel polo museale del Mart

Tre mostre e un programma di eventi collaterali nel progetto del Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto dedicato al centenario del primo conflitto mondiale


"La guerra che verrà non è la prima" | "Calpestare la guerra" | "Afterimage. Rappresentazioni del conflitto"

"Grande Guerra 1914-2014" è il progetto espositivo e culturale sviluppato dal Mart – Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, in collaborazione con diverse istituzioni, per ricordare, a cento anni di distanza, la Prima Guerra Mondiale.

Tutte le sedi del polo museale saranno coinvolte: quella principale di Rovereto, insieme con la Casa d'Arte Futurista Depero, nella stessa città, e la Galleria Civica di Trento. Il programma durerà quasi un anno, dal 4 ottobre al 20 settembre 2015, e proporrà oltre a un ciclo di mostre anche convegni, incontri e altri appuntamenti.

L'intero progetto è ispirato dalla volontà di andare al di là della ricostruzione d'epoca e della celebrazione, per stimolare una riflessione che dal passato si estenda ai conflitti di oggi.

L'esposizione di punta, intitolata, con una citazione brechtiana, "La guerra che verrà non è la prima. Grande Guerra 1914-2014", sarà allestita dal 4 ottobre al 20 settembre 2015 al Mart di Rovereto. Nello stesso periodo, con inaugurazione l'11 ottobre, la Casa d'Arte Futurista Depero di Rovereto ospiterà la mostra di tappeti afgani "Calpestare la guerra". Dal 25 ottobre al 1º febbraio 2015, invece, nella Galleria Civica di Trento si potrà visitare "Afterimage. Rappresentazioni del conflitto".

Lida Abdul, In transit, 2008, fermo immagine da video; courtesy: Galleria Giorgio Persano
Lida Abdul, In transit, 2008, fermo immagine da video; courtesy: Galleria Giorgio Persano

torna all'inizio del contenuto