Condividi
  • Facebook
  • Twitter
18/8/2009

Dolomiti, patrimonio naturale del mondo

La sezione alpina inserita di recente nella lista Unesco dei siti da salvaguardare: nove gruppi appartenenti a diverse province che offrono splendidi panorami, una ricca e varia flora e fauna tutelata da enti parchi, valli e borghi dalle antiche tradizioni


Dolomiti del Brenta | Dolomiti Bellunesi | Dolomiti Friulane | Dolomiti Occidentali

Le montagne più belle del mondo, così sono da sempre definite le Dolomiti, ora rientrano a pieno titolo nella lista del Patrimonio Universale dell'Umanità dell'Unesco. Sono nove i gruppi montuosi riconosciuti come un bene culturale mondiale da salvaguardare. I colossali rilievi rocciosi che superano i tremila metri di altezza, rappresentano il 44° dei siti italiani presenti nelle liste dell’agenzia delle Nazioni Unite per la cultura e l’educazione.

Formatisi oltre  duecento milioni di anni fa, prendono il nome dallo studioso Déodat de Dolomieu che per primo studiò la composizione di queste rocce, verso la fine del Settecento.

L'Unesco ha proclamato vincitori nove gruppi dolomitici, per un totale di circa 231 mila ettari, che si suddivino tra le provincie di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone e Udine; un patrimonio unico di natura, da sempre tutelato e valorizzato anche dalla comunità dolomitica.

Monte Pelmo dal Lagazuoi Archivio Dolomiti Turismo©S. Bettio e L. Cicutin
Monte Pelmo dal Lagazuoi Archivio Dolomiti Turismo©S. Bettio e L. Cicutin

torna all'inizio del contenuto