Condividi
  • Facebook
  • Twitter
23/12/2009

Nel fiabesco mondo di Luzzati

Tra Genova e Firenze alla scoperta di scenografie, bozzetti, costumi e illustrazioni del grande artista: il Museo a lui dedicato, il Teatro della Tosse e la Fondazione Cerratelli


Museo Internazionale Luzzati | Teatro della Tosse | Fondazione Cerratelli

Un mondo colorato, popolato di personaggi fantastici realizzati con i più svariati materiali dalla terracotta allo smalto, dalla lana al collage di carta e tessuti: è questo il mondo di Emanuele Luzzati, scenografo, illustratore, autore di cinema d'animazione e teatro, maestro delle arti applicate. Il Pifferaio Magico, Pulcinella, Pinocchio, il Cappelaio Matto, Alice nel paese della meraviglie, Cenerentola, questi i personaggi che animano la fantasia dell'artista genovese.


Sessant'anni di attività nel mondo dello spettacolo, del teatro e dell'illustrazione caratterizzati da uno stile particolarissimo, durante i quali realizza più di cinquecento scenografie, elabora scene, costumi e allestimenti, illustra e scrive libri dedicati all'infanzia, esegue pannelli, sbalzi e arazzi per arredi navali e locali pubblici. Un linguaggio semplice e diretto rivolto a grandi e piccoli che unito a uno stile particolare lo rende inconfondibile.


Tanti i lavori da lui firmati; tanti gli spettacoli e le esposizioni a lui dedicati a due anni dalla scomparsa; tanti i luoghi che conservano le sue opere e raccontano e tramandano la sua esperienza artistica. In questo viaggio nel magico mondo luzzatiano, scopriremo a Genova, sua città natale, due luoghi simbolo del cantastorie Lele, il Museo Internazionale Luzzati e il Teatro della Tosse, e a Firenze la Fondazione Cerratelli che raccoglie centinaia di costumi teatrali da lui realizzati.
torna all'inizio del contenuto