Condividi
  • Facebook
  • Twitter
25/12/2009

Roma è tutta un presepe

Dalle più tradizionali a quelle multimediali, le rappresentazioni della Natività si moltiplicano nella capitale, trovando posto in chiese, piazze, sedi espositive e altri luoghi pubblici 


Natività Basilica di Santa Maria Maggiore | Museo Tipologico Internazionale del Presepio “Angelo Stefanucci” ai Fori Imperiali | Il Presepe permanente dei Netturbini

La Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, una delle quattro basiliche patriarcali della capitale, ospita tra le innumerevoli opere d'arte anche la prima rappresentazione della Natività della storia: il Presepe più antico del mondo, così viene definito il capolavoro di Arnolfo di Cambio realizzato nel 1290 su commisione di papa Niccolo IV.


Maria con il Bambino Gesù, Giuseppe, il bue l'asinello e i Re Magi, sono realizzati in marmo bianco di Carrara. La Natività di Arnolfo si inserisce nella tradizione di una rappresentazione sacra già presente nella Basilica romana dal V secolo, quando il papa Sisto II realizzò una Grotta della Natività simile a quella di Betlemme. I frammenti della Sacra Culla, reliquia conservata nella teca della Confessione, erano un dono prezioso riportato dai pellegrini di ritorno dalla Terra Santa.


Recentemente restaurata, l'opera dello scultore e architetto medievale rappresenta il primo insieme di sculture strutturate nella rappresentazione della Natività.
Presepe di Arnolfo di Cambio
Presepe di Arnolfo di Cambio

torna all'inizio del contenuto