Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Valle d’Aosta, castelli e torri nella regione più piccola d’Italia
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



 

Percorso

10/12/2007

Valle d’Aosta, castelli e torri nella regione più piccola d’Italia

Ai confini nord-occidentali del Belpaese tanti e ben conservati i luoghi del potere costruiti in epoca medioevale e situati in punti strategici: dal Forte di Bard a quello di Issogne, passando per Verrès, Ussel, Sarre e St. Pierre

La Valle d’Aosta, la regione più piccola dell’Italia, è in realtà una delle più ricche. Possiede infatti un immenso patrimonio naturalistico, così disseminata di montagne e di verde, che diventa attrazione per migliaia di turisti. Ma la sua ricchezza è data anche dalle numerose architetture disseminate nel suo paesaggio: i castelli e le torri, un segno del passato e delle nobili famiglie che hanno abitato la regione. I castelli, nati con uno scopo difensivo o abitativo, sono oggi meta di visite e itinerari turistici. Ognuno ha una sua storia visibile attraverso le mura, le torri, gli ambienti interni, alcuni ancora integri mentre di altri si riconoscono solo i ruderi. Alcuni sono oggi visitabili ancora con il mobilio che li arredava e con le decorazioni che li ornavano; altri sono stati ristrutturati e sono oggi diventati sedi di musei ed esposizioni; altri ancora sono rimasti residenze private, quindi ancora abitate, e si possono ammirare solo dall’esterno.



Collegamenti

Naviga in rete

iconaInserisci un nuovo commento




captcha