Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tintinnabulum

Tipo:

Opere; Tintinnabulum; Oggetto fisico

Categoria:

Reperti archeologici

Basetta rettangolare, piena. Le due matrici combaciano malamente.All’interno c’è una pallina di argilla che produce il suono.
Confronti in ambiente pugliese sono presenti esclusivamente in sepolturedi bambini di epoca ellenistica. Un cinghiale è in una sepoltura diMetaponto datata tra la fine del II ed il I secolo a.C. Molto vicino è un tintinnabulum a forma di maialino facente parte del corredo di una sepoltura di bambina di Francavilla Fontana, datata al III secolo a.C.Di provenienza pugliese e campana sono anche altri cinghialetti, di epoca ellenistica, nei musei d’oltralpe. Maialini e cinghialetti con infanti sul dorso sono anch’essi tintinnabula sia in Puglia che in Campaniae nel Molise occidentale tra il III ed il II secolo a.C.

Soggetto:

a forma di cinghiale
Cinghiale con corpo tozzo e massiccio su zampe esili e corte. Orecchie appuntite. Le setole sulla testa, sul dorso e sulla coda sono applicate per coprire la linea di sutura delle due matrici.

Materia e tecnica:

terracotta beige –rosata compatta;; a matrice doppia

Estensione:

altezza: cm 7.2; larghezza: cm 10.5

immagine

Indirizzo:

Museo Provinciale Sannitico, palazzo Mazzarotta, via Chiarizia 14, Campobasso (CB) - I piano, I stanza, inv. MPS 1390

Riferimenti

È riferito da: Scheda ICCD RA: 14-00003193

In: Collezione Campobasso

Identificatore: work_33552

Diritti

Detentore dei diritti: proprietà Ente locale, Provincia di Campobasso



Documenti simili

Immagine

cinghiale - Campobasso (Campobasso)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_33747

Immagine

Ono Ryomin, Cinghiale - Milano (Milano)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_2878

Immagine

Zuccari Federico (1540-1541/ 1609), cinghiale - Venezia (Venezia)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_51666

torna all'inizio del contenuto