Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoli

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Salone del Restauro, focus sui musei
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare

Evento

20/3/2017

Salone del Restauro, focus sui musei

A Ferrara la XXIV edizione della manifestazione: tre giornate di esposizioni e convegni sulla conservazione, le tecnologie e la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale

Salone del Restauro 2017
Salone del Restauro 2017

Dal 22 al 24 marzo torna nella storica sede di Ferrara “Restauro - Musei - Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali” che apre le porte al pubblico per la sua XXIV edizione. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, nell’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (Mibact), partner storico della manifestazione, ha individuato nel Salone la giusta cornice per rappresentare il sistema museale italiano in tutta la sua complessità.

La nuova edizione del Salone si pone l’obiettivo di portare il proprio contributo nell’accelerazione dell’incontro tra domanda e offerta e di evidenziare il lavoro delle imprese che operano per la conservazione, la valorizzazione, la salvaguardia e la tutela del patrimonio culturale e ambientale. Il Salone rappresenta, infatti, un importante punto di riferimento per tutti gli addetti del settore e per gli ordini professionali, a cui si aggiunge, grazie all’introduzione del Salone Musei, un numero sempre più variegato di referenti. Si tratta di un’occasione unica, che offre agli oltre cinquemila musei italiani, la possibilità di incontrare una vasta platea di interlocutori che abbraccia un panorama sempre più ricco proveniente da svariati settori: illuminotecnica, climatologia, software e altre tecnologie, accoglienza, guardiania, ristorazione, bookshop e merchandising, allestimenti, trasporto opere d’arte, archiviazione e catalogazione.

Inerente agli attuali focus ministeriali, si segnala il convegno inaugurale promosso dal Mibact (mercoledì 22 marzo) alla presenza del ministro Dario Franceschini. A tal proposito, un importante spazio viene dedicato al tema dell’adeguamento sismico a fronte del decreto “Casa Italia”, il piano nazionale lanciato dal governo per la messa in sicurezza soprattutto degli edifici storici. In seconda battuta si inserisce, nella giornata di giovedì 23 marzo, un ulteriore convegno promosso dal Mibact, che vede la partecipazione dei direttori dei trenta principali musei italiani, per riflettere sul significato dell’istituzione museale in relazione al rapporto fra direttori e area di operatività.

Anche quest’anno l’ingresso al Salone è gratuito, nella prospettiva di offrire a chiunque la possibilità di accedere liberamente alla cultura; inoltre viene dedicato maggiore spazio alle nuove tecnologie, per esaminare le novità e gli sviluppi per una fruizione più completa, interattiva e affascinante dei luoghi culturali. Trova spazio, inoltre, per la prima volta un’area per ospitare le startup provenienti dal mondo dell’industria creativa, i cui rappresentanti avranno la possibilità di proporre nuove idee, utili alle tematiche inerenti il restauro, a partire dalla tecnologia e dalla creatività. Il Comune di Ferrara è come sempre parte attiva della manifestazione, sia con uno spazio espositivo, sia collaborando alla realizzazione di “Ferrara Aperta Per Restauro”.

Immancabili capisaldi del Salone sono le testimonianze dei restauri eccellenti su importanti tesori del patrimonio italiano. Non mancheranno i due colossi del mondo del restauro italiano: l’Opificio delle Pietre Dure e l’Istituto Centrale per il Restauro di Roma, che da sempre contribuiscono ad accrescere il bagaglio di conoscenza nell’ambito della conservazione dei beni culturali. Tra i protagonisti del settore emergono Assorestauro - Associazione italiana per il restauro architettonico, artistico, urbanoe e Ice - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e le delegazioni straniere provenienti da tutto il mondo, entrambe ospitate in un’area espositiva collettiva aperta a presentazioni tecniche, stand aziendali e incontri bilaterali business-to-business. È confermata anche la partecipazione dell’Ermitage di San Pietroburgo, del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, che da tempo intrattiene collaborazioni con centri universitari esteri e che porta tre ospiti internazionali: Georgia, Turchia e Brasile.

Ad ampliare il focus sui musei e le loro eccellenze, infine, due mostre sono dedicate a un progetto che vede protagonista il merchandising di alto livello, settore in fase evolutiva nel panorama museale italiano. Viene esibita una selezione di oggetti, accostati da numerosi materiali, come metalli preziosi, ceramica, materie comuni quali il legno, materiali contemporanei come il plexiglass, nonché da svariate tecniche di lavoro legate alle tante tradizioni artigiane del nostro Paese.



Collegamenti

In rete