Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoli

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Firenze: “Dall’Antiquario collezionista al Museo”, itinerari e visite per raccontare la città
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare

Notizia

11/9/2017

Firenze: “Dall’Antiquario collezionista al Museo”, itinerari e visite per raccontare la città

Dal 23 settembre al 1º ottobre Palazzo Corsini, a Firenze, presenta il progetto “Dall’Antiquario collezionista al Museo. Itinerari e visite per raccontare Firenze attraverso le collezioni e i grandi Antiquari che le hanno formate”. Alla diversificata offerta culturale fiorentina appartiene un nucleo di musei nati dalle donazioni di privati collezionisti che hanno condiviso, tra Otto e Novecento, residenze e collezioni. Per scoprire la storia di questi collezionisti viene proposto, nell’ambito della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze, un calendario di visite condotte da guide con formazione specialistica nell’ambito dell’arte e dell’architettura. La proposta si impernia soprattutto su quelle realtà nate dall’apporto di celebri antiquari del passato al collezionismo, alla salvaguardia, alla riscoperta e valorizzazione di beni, artisti, ambiti storici e culturali. Dell’itinerario fanno parte il Museo Stefano Bardini, showroom ottocentesca, il Museo Horne che prende il nome dallo storico dell’arte, antiquario, collezionista e architetto inglese Herbert Percy Horne, il Museo di Palazzo Davanzati oggi conosciuto anche come Museo dell’Antica Casa Fiorentina, la Fondazione Salvatore Romano, il Museo Stibbert, e la Museo Casa Siviero.