Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; Immagine fissa

Categoria:

Beni antropologici; Beni archeologici

Autore:

Tomasini, Massimo; fotografo

Il Museo delle Culture 'Villa Garibaldi' di Riofreddo testimonia la presenza e l'incontro di identita' culturali diverse in un paese che, sin da tempi remoti, si andato configurando come terra di confine e grazie alla Via Valeria, antico tratturo pastorale e via consolare romana, come importante crocevia di traffici. Queste caratteristiche hanno fatto s che a Rifreddo potessero sorgere, accanto ad un economia agro-pastorale, anche attivit artigianali, commerciali, di trasporto e di altro tipo. Il Museo composto da tre settori: demoetnoantropologico, storico medievale e moderno e archeologico. Nel settore demoetnoantropologico sono esposte le diverse testimonianze culturali della comunit locale contraddisitinte dai diversi modi di produzione e di scambio, dai diversi repertori musicali, dalla variegata partecipazione alle numerose fratellanze religiose e all organizzazione di feste. Nel settore storico medievale e moderno sono riprodotti i plastici del Convento e la Chiesa di S. Giorgio, del Castello Colonna-Del Drago-Pelagallo, dell Ospedale della Santissima Annunziata e del Castello Garibaldi. Nel settore archeologico del Museo delle culture sono conservati i ritrovamenti della necropoli arcaica di Casal Civitella, che documentano la presenza sul territorio dell antica popolazione degli Equi, e reperti di et romana successivi al processo di conquista. L'immagine rappresenta corredi rinvenuti all interno delle tombe eque della necropoli arcaica di Casal Civitella (VI-V sec. a.C.), costituiti da punte di lancia e di giavellotto con sauroter (tallone in metallo dell asta della lancia). Oltre alle armi, nelle tombe sono stati messi in luce oggetti di ornamento in ambra, argento e bronzo. La collezione demoetnoantropologica del Museo costituita da numerosi strumenti del lavoro contadino, pastorale e artigianale. Una importante presenza di artigiani, di gran lunga superiore agli altri paesi della zona, caratterizzava il paese di Riofreddo ancora nel XX secolo. Vi erano sarti, calzolai, barbieri, scalpellini, mastri muratori, falegnami, fabbri e maniscalchi, che per la loro indipendenza e autonomia produttiva occupavano una posizione sociale privilegiata. Nel Museo la ricostruzione dello Studio di Sante Garibaldi a Bordeaux, Lo studio ricostruito in tutti i suoi elementi, dono del Presidente del Consiglio francese Edouard Herriot nel 1938. La sede del Museo delle Culture sita presso il Castello Garibaldi, fatto costruire alla fine del 1800 da Ricciotti Garibaldi, figlio del Generale Giuseppe e di Anita Ribeiro Da Silva, e da sua moglie Harriet Constance Hopcraft. L'edificio costituito da un lungo corpo di fabbrica sovrastato da due torri, che lo rende simile ad un fortino militare; il progetto iniziale, pi ambizioso, prevedeva probabilmente quattro torri.

immagine

Indirizzo:

Museo delle culture 'Villa Garibaldi', Via Costanza Garibaldi, 20, Riofreddo (RM)

Riferimenti

È riferito da: electronic

In: Museo delle culture di Villa Garibaldi - DEMOS

Identificatore: work_88949

Diritti

Diritti: Proprietà Comunale



Documenti simili

Immagine

Museo delle culture di Villa Garibaldi - DEMOS


oai:culturaitalia.it:museiditalia-coll_845

Immagine

Museo delle culture di Villa Garibaldi - Riofreddo (Roma)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-mus_4725

Immagine

Museo popoli e culture - Milano (Milano)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-mus_4485

torna all'inizio del contenuto