Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; dipinto; Oggetto fisico

Categoria:

Pittura

Autore:

Maestro di Mocchirolo

Gli affresci provengono dal presbiterio dell'Oratorio Porro di Mocchirolo, annesso ai palazzi di questa casata. Stefano Porro, consigliere di Gian Galeazzo Visconti, fece edificare nel 1369 l'Oratorio di San Stefano a Lentate, dove fece erigere il suo sepolcro. Il Carotti, per primo, propose di identificare in questo nobile personaggio anche il committente del ciclo di Mocchirolo, ritenendo quest'opera precedente di alcuni anni, visto anche la differente età che mostrano i personaggi. Il Maesro di Mocchirolo mostra in questo ciclo chiare influenze dei modelli toscani divulgati a Milano da Giotto e dai suoi allievi (affreschi dell'Abbazia di Viboldone, della chiesa di san Gottardo a Palazzo e dell'Abbazia di Chiaravalle). Si tratta comunque non tanto di puro e semplice influsso, quanto piuttosto di intensa partecipazione ad un clima culturale diffuso in tutto il Nord d'Italia ed in particolare in Lombardia. E' necessario ricordare inoltre che la cultura del Maestro di Mocchirolo è individuabile non solo a Milano, ma anche a Bergamo, dove già Toesca e Salmi avevano individuato in due affreschi della chiesa di San francesco(ora nel Palazzo della Ragione) una derivazione dallo stesso maestro della famiglia Porro. Va segnalato inoltre che nella Basilica di santa Maria Maggiore lavorava un tal 'Magister Petrus de Nova', che nel 1378 si assentò per qualche tempo, per recarsi a 'Moncayrolum', località che tuttavia non può con sicurezza essere identificata con Mocchirolo. Lo spazio del presbiterio dell'oratorio (Skira 2010, p. 20) è stato ricostruito nel 1949 in un vano del museo, per esporne la decorazione ad affresco, stappata e donata dai proprietari alla Pinacoteca secondo un'operazione conservativa che fu oggetto di critiche. Le scene sono caratterizzate da un gusto narrativo ricco di notazioni di costume e di ambiente, con echi della pittura di Giovanni da Milano e do Giusto de' Menabuoi (Skira 2010, p. 20).

Data di creazione:

1360 ca. - 1370 ca.; sec. XIV; 1360 - 1370

Soggetto:

Crocefissione// Il conte Porro con i familari// Sant'Ambrogio in cattedra// Sposalizio mistico di Santa Caterina// Redentore nella mandorla// Santo Cavaliere// Cristo Risorto benedicente

Materia e tecnica:

intonaco/ applicazione su tela/ pittura a fresco

immagine

Indirizzo:

Pinacoteca di Brera, via Brera, 28 - Milano (MI), Italia, inv. Reg. Cron. 5555 (doppio) - proprietà Stato: Pinacoteca di Brera

Data di modifica:

1949; 1990

Riferimenti

È riferito da: scheda ICCD OA: 0300097709-0

In: Collezione pittura dal XIV al XVII secolo

Identificatore: work_28763



Documenti simili

Immagine

Maestro di Mocchirolo, Cappella Mocchirolo - Milano (Milano)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_28764

Immagine

Anonimo, Cappella


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_77962

Immagine

Cappella Palatina - Palermo (Palermo)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-mus_11553

torna all'inizio del contenuto