Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; reliquiario a capsula; Oggetto fisico

Categoria:

Opere d'arte visiva

Autore:

bottega tedesca

Cristina Aschengreen Piacenti (1968) attribuisce il reliquiario ad arte tedesca del sec. XIV e rifiuta su basi documentarie la provenienza da Salisburgo sostenuta da Morassi (1963) e in particolare da Rosacher (1966), secondo il quale l'arme con le chiavi di san Pietro corrisponderebbe a uno stemma ecclesiastico salisburghese. Di fatto, però, l'opera è attestata nelle collezioni granducali almeno dal 1770, mentre tutti gli altri oggetti del tesoro di Salisburgo giunsero a Firenze nel 1814. Collareta (2002) concorda con la Aschengreen Piacenti nel ricondurre il manufatto ad ambito tedesco, proponendo una datazione intorno al terzo quarto del Trecento.
Il reliquiario è composto da un ovale internamente quadrilobato e da una croce latina potenziata inserita in esso e collegata mediante una cerniera. L'ovale reca in alto un anello per la sospensione e nella parte anteriore appare ornato da dodici pezzi di cristallo di rocca incastonati a protezione di altrettante reliquie di Santi, alternate a undici pietre preziose e una perla di minori dimensioni. Nella parte posteriore, l'ovale è ornato da un tralcio vegetale inciso che si staglia lucido contro un fondo opacizzato mediante granitura. Il quadrifoglio interno all'ovale è ornato nei pennacchi da un traforo a trifoglio gotico ed appare anteriormente ribassato. La faccia anteriore della crocetta, ornata da perle e pietre preziose, presenta un'apertura a croce chiusa da una lastrina di cristallo di rocca posto a protezione della reliquia, ora coperta, sopra il cristallo medesimo, da un pezzo di stoffa viola (segue in annotazioni).

Data di creazione:

1350 - 1374, sec. XIV, terzo quarto; 1350 - 1374

Materia e tecnica:

smalto traslucido; pietre preziose/ incastonatura; argento/ fusione/ sbalzo/ cesellatura/ incisione/ doratura; perla/ foratura; cristallo di rocca

Estensione:

altezza: cm 13.9; larghezza: cm 13; profondita': cm 2.2

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale
Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale.

Consulta la risorsa

Oggetti digitali

Indirizzo: Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Firenze (FI) - Sala di Lorenzo,inv. A.s.E. n. 274 (1911)

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd OA: 09-00130505

In: Tesoro dei Medici: Museo degli Argenti

Identificatore: work_64692

Diritti

Detentore dei diritti: proprietà Stato

Licenza: Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale



Documenti simili

Immagine

bottega napoletana, reliquiario a capsula - Rogliano (Cosenza)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_39422

Immagine

bottega napoletana, reliquiario a capsula - Rogliano (Cosenza)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_39423

Immagine

bottega napoletana, reliquiario a capsula - Napoli (Napoli)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_8880

torna all'inizio del contenuto