Condividi
  • Facebook
  • Twitter

cammeo

Tipo:

Opere; cammeo; Oggetto fisico

Categoria:

Opere d'arte visiva

Autore:

bottega italiana

Già ipotizzato dall'inventario del 1921, il soggetto è derivato sicuramente dall'iconografia di Giulia Domna, moglie di Settimio Severo e madre di Caracalla, di cui è conservato un busto in Campidoglio. Il soggetto fu trattato per secoli nella glittica antica fino all'Ottocento. Nella raccolta medicea il Gori riproduce un intaglio antico in berillo, che può essere stato il riferimento per questa incisione (A.F. GORI, "Museum Florentinum", I, 1731, tav. XV, n. 10).
Montatura in filo d'oro con due maglie circolari saldate alle estremità verticali.

Data di creazione:

1500 - 1599, sec. XVI; 1500 - 1599

Soggetto:

busto di Giulia Domna
Ritratti: busto panneggiato di Giulia Domna di profilo verso destra.

Materia e tecnica:

calcedonio/ incisione; oro

Estensione:

altezza: mm 35; larghezza: mm 30

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale
Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale.

Consulta la risorsa

Oggetti digitali

Indirizzo: Palazzo Pitti, P.zza Pitti, 1, Firenze (FI) - Mezzanino, sala delle gemme.,inv. Inv. Gemme n. 965 (1921)

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd OA: 09-00162497

In: Tesoro dei Medici: Museo degli Argenti

Identificatore: work_64872

Diritti

Detentore dei diritti: proprietà Stato

Licenza: Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale



Documenti simili

Immagine

bottega italiana, busto di Giulia di Tito - Firenze (Firenze)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_64762

Immagine

bottega italiana, busto di Giulia di Tito - Firenze (Firenze)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_65035

Immagine

Vico Enea (1523 - 1567), GIULIA


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_81273

torna all'inizio del contenuto