Condividi
  • Facebook
  • Twitter

scultura

Tipo:

Opere; scultura; Oggetto fisico

Categoria:

Opere d'arte visiva

Autore:

bottega bavarese

La scultura in avorio Ë stato ritrovata nei depositi del Palazzo Reale con le braccia staccate e separata dalla croce ottocentesca. Il Cristo raffigurato vivente, in posa enfaticamente drammatica, rimanda all'iconografia avviata da Michelangelo e diffusa nel Seicento. Lo stile e la tecnica esecutiva farebbero pensare ad un intagliatore della corte di Massimiliano di Baviera.L'opera proviene probabilmente dal disperso Oratorio della regina madre Maria Isabella, moglie di Francesco I, nel quale Ë descritto, nel 1834 un crocifisso grande con croce di legno nero e Cristo di avorio (A.S.N. Casa R. Amm. III, Inventari, 330 bis) identificabile con quello regalato alla M.S. dal Real Principe D. Leopoldo.
crocifisso

Data di creazione:

1600 - 1649, sec. XVII, prima met‡; 1600 - 1649

Soggetto:

Cristo crocifisso
Personaggi: Cristo crocifisso.

Materia e tecnica:

avorio

Estensione:

altezza: cm. 82

immagine

Indirizzo:

Palazzo Reale, P.zza del Plebiscito, 1, Napoli (NA), Campania - Italia - Appartamento Storico, Cappella reale,inv. 1671 (1980)

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd OA: 15-00220280-A

In: Percorso Borbonico

Identificatore: work_27760

Diritti

Diritti: Ministero per i Beni e le Attivit‡ Culturali/ BAPPSAE NA

Detentore dei diritti: propriet‡ Stato



Documenti simili

Immagine

ambito giottesco, Cristo crocifisso - Perugia (Perugia)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_16156

torna all'inizio del contenuto