Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; decorazione dipinta; Immagine fissa

Categoria:

Pittura

Autore:

Pippi Giulio detto Giulio Romano

Il sesto putto della parete nord, totalmente nudo, è seduto di spalle, la testa rivolta a sinistra; sostenendosi alle girali vicine, poggia le mani ai fianchi e lascia mollemente cadere il piede destro sull'architrave. Il putto è seduto sul mascherone grottesco sottostante, che guarda lo spettatore con aria beffarda: quest'ultima figura, coronata di foglie e caratterizzata da occhi spalancati, profondi solchi d'espressione, baffi spioventi e lingua totalmente esposta, si ripete analoga al di sotto di tutti i putti della sala. La posa del putto è identica al sesto del fregio della parete sud. La figura è stata dipinta in una giornata a sé stante, comprendente una parte del fogliame laterale e separata dal mascherone: questo risulta essere stato dipinto insieme all'architrave. Il disegno del putto non è stato realizzato mediante incisione indiretta da cartone, in sintonia con quanto osservato sulla maggior parte dei putti del fregio, in quanto tracce di questa tecnica di riporto non sono state qui individuate: è interessante notare che anche l'analoga figura dipinta sulla parete sud non presenta (unica tra i putti della parete) incisioni da cartone.

Data di creazione:

1525 ca. - 1526 ca.; sec. XVI, secondo quarto; 1525 - 1526

Data:

1525

Soggetto:

decorazioni e ornati
Putto tra girali vegetali

Materia e tecnica:

affresco

Estensione:

altezza: cm 84

immagine

Indirizzo:

Museo Civico di Palazzo Te, Viale Te, 13 - Mantova (MN), Italia - proprietà Comune di Mantova

Data di modifica:

1988 - 1989

Riferimenti

È riferito da: scheda ICCD OA: 0302128999-1.9

In: Complesso decorativo di Palazzo Te

Identificatore: work_6473



Documenti simili

torna all'inizio del contenuto