Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Raffigurazione di donna ignuda dormiente con amorino
Dipinto

Tipo:

Opere; Dipinto; Oggetto fisico

Categoria:

Opere d'arte visiva

Nudo della dea Venere dormiente con amorino
Dopo una lunga permanenza a Roma ed un soggiorno più breve a Napoli conclusosi nel 1837, l’autore rientrò in Sicilia. L’opera risalente al 1840 circa, denota la riappropriazione da parte del D’Antoni del gusto classicista tanto affermato a Palermo, a cui si intrecciava una visione romantica, non esente della lezione di Tiziano (Mazzocca 2007: 96)

Soggetto:

Raffigurazione di donna ignuda dormiente con amorino
La dea, nuda è raffigurata morbidamente adagiata su una coltre bianca in un contesto naturalistico, con una fitta macchia di delicate pianticelle fiorite. A sinistra un paffuto amorino guarda lo spettatore con l’indice sulle piccole labbra, invitando al silenzio per non turbare il sonno di Venere.

Estensione:

altezza: cm 103; larghezza: cm 154

Materia e tecnica:

Tela/ pittura a olio

Data di creazione:

Sec. XX; 1840

Ambito geografico:

Il lungo tramonto della mitologia neoclassica, Galleria d'Arte Moderna Empedocle Restivo, Via Sant'Anna, 21, Palermo (PA), Sicilia - Piano terra, sala III, inv. 661

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale
Quest'opera di MetsTeca è distribuita con Licenza Con attribuzione, no opere derivate, senza riuso commerciale.

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1 [Error: "connect timed out"]

Riferimenti

È riferito da: Scheda OA: 19-00349893

È incluso da: Collezione storico artistica d'Arte Moderna

Fonte dati

MuseiD-Italia / Collezione storico artistica d'Arte Moderna

Identificatore: work_89681

Diritti

Detentore dei diritti: Proprietà Ente pubblico territoriale, Comune di Palermo

Condizioni d’uso del metadato: Pubblico dominio



Documenti simili

Immagine

Bison Giuseppe Bernardino, Venere e Amore dormiente

MuseiD-Italia
oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_79883

torna all'inizio del contenuto