Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Oggetto fisico

Categoria:

Materiale didattico; Strumenti scientifici; Arti applicate; Dipartimenti universitari

La bussola magnetica ha costituito il principale strumento di navigazione fino all'avvento della girobussola (a partire dagli anni Venti) e degli strumenti di radionavigazione (a partire dagli anni Quaranta) e satelittari. La chiesuola costituisce la struttura di sostegno e di protezione della bussola magnetica che è inserita all'interno, nella parte alta. I magneti sono sistemati in un mortaio riempito di liquido e collegato alla chiesuola mediante sospensione cardanica. Ai lati della chiesuola sono poste delle sfere metalliche che costituiscono le "masse di compensazione" della bussola, ossia le masse che creano un campo magnetico uguale e contrario a quello della nave in modo da annullarne l'effetto sulla bussola. Altre masse di compensazione sono sistemate internamente alla colonna della chiesuola. Sulla parte superiore della chiesuola è sistemata la "cuffia", costituita da un cristallo per la visione della rotta da parte del timoniere e dalle sistemazioni dei lumi per la visione notturna. In Italia la prima bussola a liquido è stata studiata nel 1898 dall'Istituto Idrografico della Marina.

Soggetto:

Originali di parti di navi
Strumenti di navigazione

Data:

1900-1920 (?)

Ambito cronologico:

prima metà XX secoloEtà contemporanea

immagine

Immagini di anteprima

visualizza l'immagine

Fonte dati

Università di Genova / Università di Genova - Modelli

Identificatore: 10621/156

Diritti

Detentore dei diritti: Dipartimento di ingegneria navale ed elettrica (DINAEL), Università degli Studi di Genova



Documenti simili

Immagine

FONTANESI Antonio, Chiesuola

Fondazione Torino Musei
oai:gamtorino.it_GAM:3866

Immagine

bussola

Regione Marche
oai:sirpac.cultura.marche.it:3496

Immagine

bussola

Regione Marche
oai:sirpac.cultura.marche.it:86

torna all'inizio del contenuto