Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Soggetto produttore; Ente/Istituzione

Categoria:

Famiglie

La famiglia Caetani, il cui cognome ci riporta al luogo d'origine - Gaeta - è molto antica: la genealogia documentata inizia col sec. XII, riportando notizie dell'esistenza di diversi rami. Tra questi, il ramo di Anagni crebbe rapidamente di lustro e di potenza durante il cardinalato ed il papato di Benedetto Caetani che fu eletto papa con il nome di Bonifacio VIII (1294-1303). Verso la fine del Duecento i Caetani di Anagni acquistarono nel Regno di Napoli la contea di Caserta, poi sostituita con quella di Fondi, mentre nello Stato della Chiesa costituirono, grazie al favore del papa, la signoria di Sermoneta attraverso l'unione di più feudi delle provincie di Marittima e Campagna, per la maggior parte venduti loro dagli Annibaldi. I Caetani riuscirono - sia pure attraverso continue lotte con gli altri feudatari (soprattutto con i Colonna) e con i comuni autonomi (come Sezze e Terracina) - a mantenere i domini acquistati sotto il pontificato di Bonifacio VIII finché nel sec. XV, per volontà di Giacomo II (morto nel 1423), lo stato dei Caetani fu diviso in due parti: una andò al secondogenito, da cui derivò il ramo dei Caetani d'Aragona, e l'altra al primogenito, da cui derivò il ramo dei Caetani di Sermoneta. Questi ultimi, che ottennero il titolo ducale, si distinsero in ogni campo della vita sociale, militare, ecclesiastica, della cultura e della politica. Ricordiamo i numerosi cardinali appartenenti alla famiglia dal sec. XIII al sec. XVII; Michelangelo (1804-1882), n...

Data:

09000101 - 18991231; sec. X - sec. XIX

immagine

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1

Fonte dati

SAN - Sistema Archivistico Nazionale / pico_eac2015

Identificatore: oai:san.beniculturali.it:sogp10785



Documenti simili

Immagine

Castello Caetani, Sermoneta

Touring Club Italiano
oai:touringclub.com:48159

Immagine

D. Michelangelo Caetani Duca di Sermoneta

Istituto Centrale per la Storia del Risorgimento
oai:risorgimento.it:207202

torna all'inizio del contenuto