Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Luoghi della cultura; Oggetto fisico

Categoria:

Aree archeologiche; Musei archeologici

Responsabile:

Responsabile: SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA DELLE MARCHE

Nei pressi di Acqualagna sono presenti resti archeologici pertinenti al tracciato dell’antica via Flaminia, la principale arteria di età romana nel territorio, aperta nel 220 a.C. da Gaio Flaminio per collegare Roma ad Ariminum (Rimini). La strada risaliva la vallata del Tevere fino agli Appennini dove, attraverso il favorevole passo della Scheggia (m 632), discendeva sul versante adriatico lungo la valle del Metauro fino a Fanum Fortunae (Fano) da cui proseguiva per Pisaurum (Pesaro) per giungere fino a Rimini con un percorso lungo la costa. Essa ha rappresentato nell’antichità l’asse viario fondamentale per il collegamento tra Roma e l’Italia settentrionale, perché ad Ariminum (Rimini) si raccordava con le altre strade consolari costruite alcuni decenni dopo, fra cui la via Aemilia (187 a.C.), che attraversava la pianura Padana fino a Placentia (Piacenza) e la via Popilia (132 a.C.) che seguiva il litorale adriatico fino ad Hatria (Adria).

È riferito da:

consulta la scheda dell'Anagrafe Luoghi della Cultura

È gestito da :

Gestore: Comune di Acqualagna

Fonte dati

Anagrafe Luoghi della Cultura

Identificatore: mus_625

Diritti

Detentore dei diritti: Ente MiBAC

Informazioni

Località S.Vincenzo Pelingo, - 83021, Acqualagna (Pesaro e Urbino), Marche - Italia

biglietteria: fax: S - costo dei biglietti: gratuito

Contatti: responsabile: Maria Gloria Cerquetti - email: sar-mar@beniculturali.it - email-certificata: mbac-sar-mar@mailcert.beniculturali.it - tel: 071 5029811 - fax: 071 202134

Prenotazione: Nessuna

Servizi: Visite guidate



Documenti simili

Immagine

Terme romane - Vasto (Chieti)


oai:culturaitalia.it:museiditalia-mus_11566

Immagine

Rossini Luigi (1790 - 1857), PORTA FLAMINIA DETTA DEL POPOLO


oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_81755

torna all'inizio del contenuto