Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

Opere; rilievo; Oggetto fisico

Categoria:

Reperti archeologici

Autore:

Rielaborazione locale di archetipo neo-attico

La lastra quadrangolare, scolpita ad altorilievo, mostra una coppia di putti alati impegnata a portare una falce davanti a un prospetto architettonico che termina in un bordo sporgente su cui essi poggiano i piedi. Gli eroti, nudi ma con un panno svolazzante gettato sulle spalle, sono caratterizzati da volti paffuti e capigliature ricciute; le membra mostrano la grazia e morbidezza dellèinfanzia. Lèopera frammentaria (i margini superiori e laterali furono, infatti, completati da un restauro, mentre i corpi dei putti mostrano evidenti scalpellature) faceva parte, assieme a una seconda lastra qui conservata (inv. 39), di un rilievo proveniente dalla chiesa di san Vitale a Ravenna, ricostruibile sulla base di un analoga opera del Louvre come un trono vuoto tra due coppie di putti con gli attributi di Saturno. A Venezia almeno dallèinizio del XVI secolo, prima in Frezzeria poi nella chiesa dei Miracoli, giunsero in Museo solo a inizio Ottocento grazie ad Antonio Canova.

Estensione:

altezza: cm. 58.5; larghezza: cm. 69; grandezza: cm. 10

Ambito geografico:

Museo Archeologico Nazionale di Venezia, S. Marco 52, 30124, Venezia (VE) - Italia,inv. 9

immagine

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd RA: 05-00263298

È incluso da: Dalle donazioni Grimani al lascito Molin

Fonte dati

MuseiD-Italia / Museo Archeologico Nazionale di Venezia

Identificatore: work_62347

Diritti

Detentore dei diritti: proprietà Stato



Documenti simili

Immagine

rilievo

Regione Marche
oai:sirpac.cultura.marche.it:8154

Immagine

rilievo

Regione Marche
oai:sirpac.cultura.marche.it:8159

Immagine

rilievo

Regione Marche
oai:sirpac.cultura.marche.it:7148

torna all'inizio del contenuto