Condividi
  • Facebook
  • Twitter

Tipo:

ricevitore; Oggetto fisico

Categoria:

Strumenti scientifici

Autore:

Officine Galileo (costruttore)

Questa copia, eseguita dalle Officine Galileo (?) di Firenze su commisione CNR (presidenza Marconi) per l'Esposizione Universale di Chicago del 1933, riproduce uno dei primi modelli di ricevitori utilizzati da Guglielmo Marconi (1896-1897). E' costituito da un rivelatore a coherer con martelletto decoerizzante, da quattro serrafili, per i collegamenti alla batteria di pile e al sistema scrivente Morse, e da uno specchio parabolico in rame sostenuto da una struttura in legno e metallo.

Lingua:

it

Formato:

cm, altezza: 82; larghezza: 62; profondità: 30

Data:

secondo quarto sec. XX; 1931 post - 1932 ante

Copertura:

Lombardia (MI) - Milano

Ambito geografico:

Monastero di San Vittore (ex), - Milano (MI), Lombardia - Italia

Fonte:

consulta la scheda catalografica [Error: "connect timed out"]

immagine

Condizioni d'uso della risorsa digitale:
Con attribuzione, condividere allo stesso modo, senza riuso commerciale
Quest'opera di SIGECweb è distribuita con Licenza Con attribuzione, condividere allo stesso modo, senza riuso commerciale.

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1 [Error: "connect timed out"]

Riferimenti

È gestito da : MIBACT - Istituto centrale del catalogo e della documentazione

Fonte dati

SIGECweb / Regione Lombardia

Identificatore: 0300633655

Citazione bibliografica: bibliografia specifica: Aitken H. G. J., 1985; bibliografia specifica: Solari L., 1939; bibliografia specifica: Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci", 1995

Diritti

Diritti: detenzione privata

Condizioni d’uso del metadato: Con attribuzione, condividere allo stesso modo, riuso commerciale



Documenti simili

Immagine

Officine Galileo, ricevitore parabolico Marconi

MuseiD-Italia
oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_7276

Immagine

Officine Galileo, trasmettitore parabolico Marconi

MuseiD-Italia
oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_7274

torna all'inizio del contenuto