CulturaItalia feed http://www.culturaitalia.it CulturaItalia feed it Mon, 26 Feb 2018 03:06:27 GMT CulturaItalia 2018-02-26T03:06:27Z it “Stati di tensione”, immagini di un mondo sotto pressione http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Stati_di_tensione___immagini_di_un_mondo_sotto_pressione.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Un percorso nelle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo attraverso una selezione di scatti dagli anni Settanta a oggi che raccontano i fenomeni di esclusione e i cambiamenti del paesaggio Wed, 21 Feb 2018 09:30:22 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Stati_di_tensione___immagini_di_un_mondo_sotto_pressione.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-02-21T09:30:22Z San Teonisto, tornano a casa i dipinti trafugati da Napoleone http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/San_Teonisto__tornano_a_casa_i_dipinti_trafugati_da_Napoleone.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Sono tornate a San Teonisto, antica chiesa di Treviso, 19 delle 22 opere pittoriche che erano patrimonio dell&rsquo;edificio monastico sino alla sottrazione napoleonica del 1810, quando il monastero benedettino venne demanializzato e le opere d&rsquo;arte confiscate. Finirono dapprima a Parigi, per andare poi a Milano, dove furono distribuite tra Brera e Castello Sforzesco, una fu in seguito destinata a Roma, altre rientrarono a Treviso, al locale Museo Civico. L&rsquo;odissea delle opere rientrate a casa è, poi, continuata: dal museo trevigiano le tele furono riposizionate nell&rsquo;originario luogo di culto. Ma, durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944, la chiesa venne colpita da un terribile bombardamento alleato; recuperati dalle macerie, i dipinti furono trasferiti al Museo Civico che li ha custoditi fino a oggi. Ora tornano sui muri per i quali erano stati dipinti, restituiti nella loro originaria bellezza da un intervento di restauro di cui si è fatta carico la Fondazione Benetton. Le grandi tele furono commissionate nel corso del Seicento dalle monache benedettine che avevano eretto il convento e la chiesa di San Teonisto a illustri pittori dell&rsquo;epoca quali Jacopo Lauro, Carletto Caliari, Matteo Ingoli, Bartolomeo Scaligero, Pietro della Vecchia, Ascanio Spineda, Alessandro Varotari detto il Padovanino, Matteo Ponzone, Paolo Veronese e Antonio Fumiani. Una delle pale d&rsquo;altare, però,&nbsp;<i>Le nozze di Santa Caterina</i> del Lazzarini, resta nelle sale dei Musei Trevigiani. In sostituzione di essa, dalla Pinacoteca giunge la pala della <i>Madonna del Rosario e i santi Domenico e Rosa</i> di Jacopo Lauro; una sostituzione non casuale, poichè questa pala era già stata collocata in San Teonisto allorché un dipinto della stessa chiesa era finito al Castello Sforzesco di Milano, dove ancora è conservato. All&rsquo;appello mancano ora tre capolavori: <i>il Martirio di Santa Giuliana</i> di Jacopo Lauro, ora di proprietà dello Sforzesco, la pala dell&rsquo;altare maggiore di Jacopo Palma <i>Martirio dei Santi Teonisto, Tabra e Tabrata</i> (1603) finita nella chiesa di Brusuglio e <i>Le Nozze di Cana</i> di Paolo Veronese e bottega (1580), è custodita nella Sala Gialla di Palazzo Montecitorio.&nbsp; Thu, 18 Jan 2018 11:36:20 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/San_Teonisto__tornano_a_casa_i_dipinti_trafugati_da_Napoleone.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-01-18T11:36:20Z A Milano il primo Museo di arte urbana aumentata http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/A_Milano_il_primo_Museo_di_arte_urbana_aumentata.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 A Milano ha aperto i battenti da pochi giorni il primo Museo di Arte Urbana Aumentata (Maua), nato dall&rsquo;idea di proporre itinerari culturali inediti, fuori dal centro e dai più tradizionali circuiti dell&rsquo;arte. Così cinquanta opere di street art animate in realtà aumentata diventano l&rsquo;occasione per esplorare quartieri meno conosciuti della città. Si parte scegliendo il proprio percorso, poi, arrivati sul posto, l&rsquo;esperienza prosegue in forma digitale: ogni opera, inquadrata con lo smartphone, ne genera una nuova e si trasforma in un lavoro di digital art, appositamente creato per il museo grazie a tecnologie di realtà aumentata. Maua nasce a partire dal progetto &ldquo;Milano Città Aumentata&rdquo;, uno tra i 14 vincitori del &ldquo;Bando alle Periferie&rdquo; promosso dal Comune per ripensare e valorizzare i quartieri. Il Museo è stato realizzato grazie a una rete di partenariato composta da Bepart, come capofila, insieme a Base Milano, Avanzi - Sostenibilità per Azioni, Terre di Mezzo, scuola Cfp Bauer, Push. e la Fondazione Arrigo e Pia Pini. Fri, 29 Dec 2017 21:33:00 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/A_Milano_il_primo_Museo_di_arte_urbana_aumentata.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-29T21:33:00Z Gam Torino, un nuovo racconto http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/Gam_Torino__un_nuovo_racconto.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Un innovativo allestimento ripercorre la storia dell'arte, quella del museo e il contesto storico dal 1863 al 1965 Fri, 29 Dec 2017 10:00:26 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/Gam_Torino__un_nuovo_racconto.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-29T10:00:26Z Roberto Daolio, un collezionista "non intenzionale" http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Roberto_Daolio__un_collezionista__non_intenzionale_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Al Mambo di Bologna una mostra dedicata alla vita e agli incontri del critico d'arte emiliano, attraverso un centinaio di pezzi della sua raccolta, donata al Museo Thu, 28 Dec 2017 20:26:57 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Roberto_Daolio__un_collezionista__non_intenzionale_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-28T20:26:57Z "Pala Gozzi", l'opera di Tiziano al Palazzo Marino di Milano http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/_Pala_Gozzi___l_opera_di_Tiziano_al_Palazzo_Marino_di_Milano.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 L&rsquo;appuntamento natalizio con l&rsquo;arte di Palazzo Marino, a Milano, torna dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018, in Sala Alessi, con la pala d&rsquo;altare di Tiziano <em>Sacra conversazione</em>, 1520 (<em>Pala Gozzi</em>) proveniente dalla Pinacoteca Civica Francesco Podesti di Ancona; l&rsquo;evento è curato da Stefano Zuffi e promosso dal Comune di Milano. Grazie al progetto allestitivo di Corrado Anselmi, i visitatori possono osservare non solo il capolavoro di Tiziano ma anche il retro della tavola, dove sono presenti alcuni schizzi a matita, in parte ombreggiati a pennello, realizzati dallo stesso artista e raffiguranti varie teste, una delle quali potrebbe essere il bozzetto per il <em>Bambino</em> in una prima stesura del dipinto. Dipinta nel 1520 per il mercante di Dubrovnik Luigi Gozzi, e destinata all&rsquo;altare principale della chiesa di San Francesco ad Alto ad Ancona, la <em>Sacra conversazione</em> è il primo dipinto firmato e datato di Tiziano a noi noto, e rappresenta una tappa decisiva nell&rsquo;affermarsi di una nuova forma di pala d&rsquo;altare, svincolata dagli schemi architettonici e prospettici del Quattrocento. La Madonna con il Bambino appare improvvisamente in un cielo di nuvole in vibrante movimento, infuocato dalla luce magica del tramonto; in basso contemplano sbigottiti la visione San Francesco, a cui era dedicata la chiesa che ospitava la pala, e San Biagio, protettore della città dalmata, che indica al committente inginocchiato l&rsquo;apparizione celeste. Immerso in una calda luce reale, un paesaggio irripetibile, dove spiccano in primo piano le relazioni visive tra i personaggi: ognuno guarda qualcuno fino ad arrivare al Bambin Gesù che a sua volta punta lo sguardo sull&rsquo;esterno, sullo spettatore, chiamato così a essere parte attiva dell&rsquo;opera stessa. Sullo sfondo della rappresentazione, ben visibile, il bacino di San Marco con il Palazzo Ducale e il suo noto campanile. Un dipinto che unisce Venezia, Ancona e Dubrovnik: Tiziano sembra suggerire un&rsquo;alleanza tra i tre più importanti porti dell&rsquo;Adriatico, sullo sfondo delle turbolenze politiche sul suolo italiano e dell&rsquo;espansionismo ottomano. Mon, 04 Dec 2017 10:00:08 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/_Pala_Gozzi___l_opera_di_Tiziano_al_Palazzo_Marino_di_Milano.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-04T10:00:08Z "Salon de la Rose+Croix", l'arte come rito esoterico http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Salon_de_la_Rose_Croix___l_arte_come_rito_esoterico.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Alla Collezione Guggenheim di Venezia una mostra dedicata alle esposizioni parigine del periodo 1892-97, la fase del simbolismo mistico Thu, 30 Nov 2017 09:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Salon_de_la_Rose_Croix___l_arte_come_rito_esoterico.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-30T09:30:13Z Firenze: “Mus.English”, per i più piccoli un corso d’inglese al museo http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze___Mus_English___per_i_piu_piccoli_un_corso_d_inglese_al_museo.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Palazzo Vecchio, a Firenze, propone &ldquo;Mus.English&rdquo;, corso d&rsquo;inglese organizzato da Mus.e in collaborazione con i Musei Civici Fiorentini, rivolto ai bambini dai 6 agli 11 anni e teso a fornire i fondamenti linguistici di base della comunicazione in inglese.&nbsp; Il corso si sviluppa in dieci incontri di un&rsquo;ora ciascuno, tutti i sabati mattina dal <b>20 gennaio al 24 marzo</b>; gli appuntamenti cono coordinati da insegnanti madrelingua e operatori culturali, si svolgono nelle sale di Palazzo Vecchio prendendo il via proprio dai dipinti, dalle sculture e dalla storia del palazzo più importante della città: un&rsquo;educazione alla lingua che intreccia un&rsquo;educazione allo sguardo. L&rsquo;interdisciplinarietà è linea guida del progetto, che consente di associare l&rsquo;apprendimento della lingua inglese a un&rsquo;esperienza unica, estetica e piacevole al tempo stesso. Dal punto di vista linguistico il corso permette ai partecipanti di imparare ad esprimersi in acquisendo un vocabolario di base e le principali forme grammaticali ma anche di migliorare la comprensione e la pronuncia della lingua; mentre dal punto di vista culturale i bambini hanno l&rsquo;opportunità di assimilare i lineamenti della storia e dell&rsquo;arte fiorentina in forma partecipata e attiva, grazie a percorsi animati e laboratori. Thu, 11 Jan 2018 09:36:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze___Mus_English___per_i_piu_piccoli_un_corso_d_inglese_al_museo.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-01-11T09:36:02Z Milano: al via il programma di prestiti “Brera in motion” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano__al_via_il_programma_di_prestiti__Brera_in_motion_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 La Pinacoteca di Brera, a Milano, avvia un&rsquo;ultima ristrutturazione. Dal 9 gennaio al 26 marzo saranno chiuse le sale 8, 9, 10, 11, 12, 14 e 15; da aprile al 4 giugno la 37 e la 38. In questo periodo le opere saranno ambasciatrici della Pinacoteca in altre prestigiose sedi museali in Italia e all&rsquo;estero col programma di prestiti &ldquo;Brera in motion&rdquo;. La collezione Jesi sarà esposta a Londra dal 24 gennaio all&rsquo;8 aprile all&rsquo;Estorick Collection nella rassegna &ldquo;The Enchanted Room. The Jesi Collection, works from the Pinacoteca di Brera&rdquo;. <em>La cité de promesses</em> di Alberto Savinio sarà esposta dal 9 gennaio al 7 giugno Center for Italian Modern Art (Cima) di New York mentre <em>La loge</em> di Pablo Picasso dal 9 maggio al 25 giugno al Museo delle civiltà dell&rsquo;Europa e del Mediterraneo (Mucem) di Marsiglia in &ldquo;Voyages imaginaires, Picasso et les Ballets russes, entre Italie et Espagne&rdquo;. Opere di Giorgio Morandi, Gino Severini, Mario Mafai e Carlo Carrà faranno parte della rassegna &ldquo;Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943&rdquo;, dal 14 febbraio al 25 giugno alla Fondazione Prada di Milano. Tue, 09 Jan 2018 08:10:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano__al_via_il_programma_di_prestiti__Brera_in_motion_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-01-09T08:10:02Z Bologna: la Raccolta Lercaro si arricchisce di quattordici vasi antichi http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Bologna__la_Raccolta_Lercaro_si_arricchisce_di_quattordici_vasi_antichi.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 &ldquo;Bianco latte, un colore per l&rsquo;eternità. Vasi antichi dalla collezione d&rsquo;arte del cardinale Giacomo Lercaro&rdquo;, questo nucleo espositivo si inserisce, dal 22 dicembre scorso, come novità nel percorso permanente della Galleria d&rsquo;arte moderna &ldquo;Raccolta Lercaro&rdquo;, a Bologna, che si arricchisce così di quattordici vasi antichi provenienti dalla collezione d&rsquo;arte del cardinale Giacomo Lercaro. Si tratta di reperti della Puglia preromana, in ottimo stato di conservazione e verosimilmente derivanti da contesti funerari. Tre esemplari, in particolare, testimoniano la straordinaria raffinatezza figurativa e culturale di quest&rsquo;area dell&rsquo;Italia meridionale che, sul finire del IV secolo a.C., si concretizza in una produzione ceramica dai tratti originali. Il filo conduttore che dà il titolo all&rsquo;esposizione e che ne restituisce il senso complessivo è rappresentato proprio dal colore bianco latte presente nelle decorazioni di questi tre crateri apuli collocabili tra la seconda metà del IV e l&rsquo;inizio del III sec. a.C. e fulcro dell&rsquo;esposizione. Fragile nella conservazione ma forte nell&rsquo;impatto visivo, la tonalità bianca assume qui una valenza simbolica legata ai temi escatologici e alla concezione dell&rsquo;individuo in relazione al passaggio dalla vita alla morte. Il progetto è frutto della collaborazione tra la Fondazione Lercaro, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna. Mon, 08 Jan 2018 08:00:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Bologna__la_Raccolta_Lercaro_si_arricchisce_di_quattordici_vasi_antichi.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-01-08T08:00:02Z Firenze: prorogata l’esposizione del “Reliquiario di Montalto” al Bargello http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze__prorogata_l_esposizione_del__Reliquiario_di_Montalto__al_Bargello.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Il Museo Nazionale del Bargello di Firenze, d&rsquo;intesa con il Museo Sistino Vescovile di Montalto, prolunga l&rsquo;esposizione del <em>Reliquiario di Montalto</em>, visibile dal 24 settembre scorso, <strong>fino al 30 aprile</strong> presso Cappella della Maddalena del Museo. Il manufatto è attribuito all&rsquo;artista francese Jean Du Vivier, attivo a Parigi alla corte di Carlo V, nella seconda metà del XIV secolo, è formato da una teca centrale in oro destinata a contenere preziose reliquie, ed è eseguito con la tecnica dello smalto <em>en ronde bosse</em> che permetteva di ricoprire il metallo di colori splendenti anche nelle parti in aggetto. L&rsquo;esposizione mira, inoltre, a sostenere una raccolta fondi destinata al restauro del museo di Montalto e di altri monumenti appartenenti alla rete museale dei Musei Sistini del Piceno, danneggiati dal sisma del 30 ottobre 2016. Mon, 05 Feb 2018 08:15:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze__prorogata_l_esposizione_del__Reliquiario_di_Montalto__al_Bargello.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2018-02-05T08:15:02Z