CulturaItalia feed http://www.culturaitalia.it CulturaItalia feed it Mon, 11 Dec 2017 02:20:26 GMT CulturaItalia 2017-12-11T02:20:26Z it "Pala Gozzi", l'opera di Tiziano al Palazzo Marino di Milano http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/_Pala_Gozzi___l_opera_di_Tiziano_al_Palazzo_Marino_di_Milano.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 L&rsquo;appuntamento natalizio con l&rsquo;arte di Palazzo Marino, a Milano, torna dal 5 dicembre al 14 gennaio 2018, in Sala Alessi, con la pala d&rsquo;altare di Tiziano <em>Sacra conversazione</em>, 1520 (<em>Pala Gozzi</em>) proveniente dalla Pinacoteca Civica Francesco Podesti di Ancona; l&rsquo;evento è curato da Stefano Zuffi e promosso dal Comune di Milano. Grazie al progetto allestitivo di Corrado Anselmi, i visitatori possono osservare non solo il capolavoro di Tiziano ma anche il retro della tavola, dove sono presenti alcuni schizzi a matita, in parte ombreggiati a pennello, realizzati dallo stesso artista e raffiguranti varie teste, una delle quali potrebbe essere il bozzetto per il <em>Bambino</em> in una prima stesura del dipinto. Dipinta nel 1520 per il mercante di Dubrovnik Luigi Gozzi, e destinata all&rsquo;altare principale della chiesa di San Francesco ad Alto ad Ancona, la <em>Sacra conversazione</em> è il primo dipinto firmato e datato di Tiziano a noi noto, e rappresenta una tappa decisiva nell&rsquo;affermarsi di una nuova forma di pala d&rsquo;altare, svincolata dagli schemi architettonici e prospettici del Quattrocento. La Madonna con il Bambino appare improvvisamente in un cielo di nuvole in vibrante movimento, infuocato dalla luce magica del tramonto; in basso contemplano sbigottiti la visione San Francesco, a cui era dedicata la chiesa che ospitava la pala, e San Biagio, protettore della città dalmata, che indica al committente inginocchiato l&rsquo;apparizione celeste. Immerso in una calda luce reale, un paesaggio irripetibile, dove spiccano in primo piano le relazioni visive tra i personaggi: ognuno guarda qualcuno fino ad arrivare al Bambin Gesù che a sua volta punta lo sguardo sull&rsquo;esterno, sullo spettatore, chiamato così a essere parte attiva dell&rsquo;opera stessa. Sullo sfondo della rappresentazione, ben visibile, il bacino di San Marco con il Palazzo Ducale e il suo noto campanile. Un dipinto che unisce Venezia, Ancona e Dubrovnik: Tiziano sembra suggerire un&rsquo;alleanza tra i tre più importanti porti dell&rsquo;Adriatico, sullo sfondo delle turbolenze politiche sul suolo italiano e dell&rsquo;espansionismo ottomano. Mon, 04 Dec 2017 10:00:08 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/_Pala_Gozzi___l_opera_di_Tiziano_al_Palazzo_Marino_di_Milano.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-04T10:00:08Z "Salon de la Rose+Croix", l'arte come rito esoterico http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Salon_de_la_Rose_Croix___l_arte_come_rito_esoterico.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Alla Collezione Guggenheim di Venezia una mostra dedicata alle esposizioni parigine del periodo 1892-97, la fase del simbolismo mistico Thu, 30 Nov 2017 09:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Salon_de_la_Rose_Croix___l_arte_come_rito_esoterico.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-30T09:30:13Z "Tiepolo segreto", sette affreschi inediti donati al Palladio Museum http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Tiepolo_segreto___sette_affreschi_inediti_donati_al_Palladio_Museum.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Sette affreschi di Giandomenico Tiepolo (1727-1804) da oltre cinquant&rsquo;anni anni erano conservati in residenze private; ora gli eredi, convinti dell&rsquo;opportunità di un godimento pubblico di queste opere, li hanno destinati al Palladio Museum di Vicenza. &laquo;Siamo orgogliosi di poter contribuire alla cultura della nostra città con una parte della storia della nostra famiglia&raquo; hanno dichiarato Camillo e Giovanni Franco, proprietari degli affreschi. Fu fra l&rsquo;altro Fausto Franco, loro zio e soprintendente ai Monumenti, a seguire il salvataggio degli affreschi di famiglia nel 1945. Ad essi viene dedicata un allestimento, &ldquo;Tiepolo segreto&rdquo;, visibile dal 3 novembre, realizzata grazie Soprintendenza per l&rsquo;archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza diretta da Fabrizio Magani, che la cura insieme al direttore del museo, Guido Beltramini. Le opere vengono allestite nella Sala delle Arti al piano nobile di palazzo Barbarano, in continuità con le sale espositive del Palladio Museum. Chiosa Howard Burns, presidente del Consiglio scientifico del Centro palladiano: &laquo;In questo modo il museo ribadisce la propria natura di autentico &ldquo;museo della città&rdquo;, luogo dello studio ma anche della conservazione dei reperti della memoria urbana nei suoi aspetti più significativi&raquo;. Completa l&rsquo;evento un catalogo con testi dei curatori e di Luca Fabbri, Maristella Vecchiato, Giovanna Battista. Mon, 27 Nov 2017 10:00:17 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Tiepolo_segreto___sette_affreschi_inediti_donati_al_Palladio_Museum.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-27T10:00:17Z Europeana, consultazione pubblica online http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/Europeana__consultazione_pubblica_online.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica su Europeana, la piattaforma digitale dell&rsquo;Europa per il patrimonio culturale, che aggrega dati di migliaia di istituzioni. L&rsquo;obiettivo è raccogliere le opinioni dei settori della cultura, dell'istruzione, della ricerca, delle industrie creative e del pubblico in genere. Le organizzazioni e i cittadini con un interesse personale o professionale nel patrimonio culturale digitale, e in particolare in Europeana, sono invitati a trasmettere i loro pareri, le loro esperienze e le loro aspettative in relazione alla piattaforma compilando l&rsquo;apposito questionario online entro il 14 gennaio 2018. I risultati della consultazione saranno pubblicati e contribuiranno alla valutazione di Europeana e a definirne il futuro sviluppo.&nbsp;&nbsp; Wed, 22 Nov 2017 22:07:12 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/Europeana__consultazione_pubblica_online.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-22T22:07:12Z “14-18”, un patrimonio di materiali sulla Grande Guerra http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/_14-18___un_patrimonio_di_materiali_sulla_Grande_Guerra.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Il progetto coordinato dall&rsquo;Iccu, in costante incremento, coinvolge 71 istituti e permette di consultare quasi 600 mila immagini e oltre 280 mila documenti: risorse spesso poco conosciute o inedite che testimoniano tutti gli aspetti del conflitto. Il punto in un convegno a Roma Mon, 20 Nov 2017 21:01:00 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/_14-18___un_patrimonio_di_materiali_sulla_Grande_Guerra.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-20T21:01:00Z Museo Morandi, una nuova sala tematica e opere inedite http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/Museo_Morandi__una_nuova_sala_tematica_e_opere_inedite.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 L'istituzione museale bolognese presenta un allestimento rinnovato, dopo il rientro di 34 prestiti e la recente concessione in comodato di alcuni lavori Fri, 17 Nov 2017 10:00:23 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/focus/Museo_Morandi__una_nuova_sala_tematica_e_opere_inedite.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-17T10:00:23Z Soffici e Rosai, un dialogo a "colpi di realtà" http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Soffici_e_Rosai__un_dialogo_a__colpi_di_realta_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 A Poggio a Caiano una mostra che mette a confronto i linguaggi figurativi dei due artisti e offre uno spaccato dell'Italia dagli anni Dieci del Novecento al secondo dopoguerra Wed, 25 Oct 2017 08:30:11 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Soffici_e_Rosai__un_dialogo_a__colpi_di_realta_.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-10-25T08:30:11Z San Pietroburgo: all’Ermitage il “Galata morente” e il “Piccolo donario attalide” del Mann di Napoli http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/San_Pietroburgo__all_Ermitage_il__Galata_morente__e_il__Piccolo_donario_attalide__del_Mann_di_Napoli.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 <strong>Dal 7 dicembre al 10 marzo 2018</strong> il Mann - Museo Archeologico Nazionale di Napoli è ospite del Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo in Russia con uno dei gruppi scultorei d'epoca romana delle sue collezioni, il <em>Galata morente</em>, e altre tre statue riconducibili al cosiddetto <em>Piccolo donario attalide</em>. La mostra si inserisce tra gli eventi della celebrazione &ldquo;I giorni dell'Ermitage&rdquo;, che ogni anno festeggia il &ldquo;compleanno&rdquo; del Museo voluto da Caterina La Grande. &ldquo;The Fallen&rdquo;, &ldquo;I caduti&rdquo;, è il titolo dell&rsquo;esposizione, curata da Anna Trofimova, capo del Dipartimento di Antichità Classica del museo, nella sala dell'Atrio Romano disegnata da Leo von Klenze. Il <em>Piccolo donario</em> era stato eretto verso il 200 a. C. presso il muro meridionale dell'Acropoli ateniese, per ricordare la vittoria dei sovrani Attalidi sui barbari Galati e doveva contare più di 50 sculture bronzee di dimensioni inferiori al reale. Vi erano rappresentati sia i vinti, i Galati, sia i greci vincitori, a loro volta raffigurati in scene mitologiche. Le quattro sculture, prima Ludovisi e poi Farnese, conservate al Mann costituiscono il nucleo più importante delle sole dieci repliche in marmo riconducibili al <em>Piccolo donario</em>. Thu, 07 Dec 2017 09:13:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/San_Pietroburgo__all_Ermitage_il__Galata_morente__e_il__Piccolo_donario_attalide__del_Mann_di_Napoli.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-07T09:13:02Z Napoli: “Carta bianca”, il museo soggettivo http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Napoli___Carta_bianca___il_museo_soggettivo.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 &ldquo;Carta bianca&rdquo; è la sfida che, <strong>dal 12 dicembre al 10 giugno 2018</strong>, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, a Napoli, propone a dieci personalità famose in diversi campi del sapere, con sensibilità, formazione, cultura, nazionalità e inclinazioni differenti. I dieci prescelti sono invitati a diventare curatori della loro &ldquo;sala ideale&rdquo; nel Museo, selezionando liberamente massimo dieci opere tra le 47mila opere conservate, avendo &ldquo;carta bianca&rdquo; con un solo obbligo: spiegare la propria scelta. La rassegna è ideata da Sylvain Bellenger e Andrea Viliani e allestita da di Lucio Turchetta: si tratta di una mostra-manifesto che sollecita il visitatore a riconsiderare l'idea del museo, come museo soggettivo per ciascuno di noi. I curatori delle dieci &ldquo;carte bianche&rdquo; sono: Laura Bossi Règnier, neurologa e storica della scienza; Giuliana Bruno, professore di Visual and Environmental Studies, Harward University; Gianfranco D&rsquo;Amato, industriale e collezionista; Marc Fumaroli, storico e saggista, membro dell'Académie française; Riccardo Muti, direttore d'orchestra; Mariella Pandolfi, professore di Antropologia, Université de Montréal; Giulio Paolini, artista; Paolo Pejrone, architetto e paesaggista; Vittorio Sgarbi, critico e collezionista d'arte, scrittore, docente; Francesco Vezzoli, artista. Wed, 29 Nov 2017 17:08:55 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Napoli___Carta_bianca___il_museo_soggettivo.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-29T17:08:55Z Firenze: “Lana, seta, pittura”, l’arte tessile nel Trecento http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze___Lana__seta__pittura___l_arte_tessile_nel_Trecento.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 Un prestito eccezionale apre la mostra &ldquo;Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura&rdquo; in programma presso la Galleria dell&rsquo;Accademia di Firenze <strong>dal 5 dicembre al 18 marzo 2018</strong>. Si tratta di un vestitino in lana prestato dal National Museum di Copenhagen, confezionato sulla metà del XIV secolo per una bambina e recuperato dagli archeologi in Groenlandia. Esso si pone idealmente alla fonte del gusto occidentale per l&rsquo;abbigliamento e lo sviluppo del concetto di &ldquo;moda&rdquo;, ai giorni nostri uno dei motori fondamentali dell&rsquo;economia del Paese. L&rsquo;esposizione, ideata e curata da Cecilie Hollberg, mostra, infatti, l&rsquo;importanza dell&rsquo;arte tessile a Firenze nel Trecento, sia dal punto di vista economico che nel campo della produzione artistica e nei costumi della società del tempo. La piccola veste proviene da scavi condotti nel 1921 a Herjolfnaes sulla costa orientale della Groenlandia, che portarono al rinvenimento di un cospicuo numero di costumi, databili per la maggior parte al Trecento. L&rsquo;abitino era probabilmente confezionato per una bambina di tre anni: il busto e le maniche sono strette, mentre la parte inferiore si allarga verso il fondo grazie all&rsquo;inserzione di due gheroni triangolari davanti e due dietro, posti al centro della figura. Il tessuto, costruito con una lana locale lavorata su di un telaio verticale a intreccio classico, aveva in origine un ordito grigio e una trama bianca, privi di tintura. Tue, 28 Nov 2017 09:32:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze___Lana__seta__pittura___l_arte_tessile_nel_Trecento.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-11-28T09:32:01Z Murano: “ll mondo in una perla”, in mostra la collezione del Museo del Vetro http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Murano___ll_mondo_in_una_perla___in_mostra_la_collezione_del_Museo_del_Vetro.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 <strong>Dall&rsquo;8 dicembre al 15 aprile 2018</strong> lo Spazio Conterie del Museo del Vetro a Murano (Venezia) è teatro de &ldquo;ll mondo in una perla. La collezione di perle del Museo del Vetro 1820 - 1890&rdquo;, mostra dedicata a uno dei capitoli più importanti della storia di Murano: la delicata e raffinata arte delle perle di vetro veneziano. L&rsquo;esposizione curata da Chiara Squarcina e Augusto Panini esplora questo singolare mondo fatto di piccoli e preziosi manufatti dai decori miniaturizzati. In occasione di &ldquo;Musei in Festa&rdquo;, l&rsquo;8 dicembre la mostra sarà visitabile gratuitamente dai cittadini residenti e nati nella Città Metropolitana di Venezia e dai residenti nel comune di Preganziol. Tue, 05 Dec 2017 09:37:02 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Murano___ll_mondo_in_una_perla___in_mostra_la_collezione_del_Museo_del_Vetro.html?language=it&tematica=Temi&selected=14 2017-12-05T09:37:02Z