CulturaItalia feed http://www.culturaitalia.it CulturaItalia feed it Fri, 21 Sep 2018 12:29:59 GMT CulturaItalia 2018-09-21T12:29:59Z it Vetro e architettura, l’opera di Mario Bellini http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Vetro_e_architettura__l_opera_di_Mario_Bellini.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 A Venezia una retrospettiva organizzata dalla Fondazione Musei Civici espone tutta la produzione di vetri soffiati dell&rsquo;architetto e designer milanese, includendo i prototipi di ricerca e sperimentazioni Thu, 13 Sep 2018 10:45:00 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Vetro_e_architettura__l_opera_di_Mario_Bellini.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-13T10:45:00Z "Vero o falso?", mito e scienza nelle figurine http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Vero_o_falso____mito_e_scienza_nelle_figurine.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 La Fondazione Modena Arti Visive presenta al Museo della Figurina di Modena la mostra&nbsp;&ldquo;Vero&nbsp;o&nbsp;falso? Le figurine sotto la lente d&rsquo;ingrandimento della scienza&rdquo;, a cura di Pleiadi Emilia, che inaugura venerdì 14 settembre in occasione del Festivalfilosofia&nbsp;2018, dedicato quest&rsquo;anno al tema della &ldquo;Verità&rdquo;. L&rsquo;esposizione, visibile fino al 24 febbraio 2019, indaga il rapporto tra scienza e verità conducendo il pubblico all&rsquo;interno del laboratorio scientifico, luogo simbolo dell&rsquo;obiettività. Attraverso un percorso interattivo, il visitatore si mette nei panni dello scienziato alle prese con il compito di svelare falsi miti e trovare conferme celate nelle immagini delle figurine. La rassegna offre ai visitatori la possibilità di effettuare esperimenti in prima persona tramite due installazioni interattive, di soffermarsi sugli approfondimenti testuali, di osservare reperti come un contenitore di polvere lunare e oggetti tridimensionali selezionati allo scopo di avvalorare o smentire gli elementi che emergono dal mondo della figurina. Il percorso espositivo parte dalla dicotomia &ldquo;Verità vs falso mito&rdquo;, declinata in tre macro ambiti: medicina, alimentazione e ambiente. Per quanto riguarda la medicina, in particolare, il focus è sui contenuti pubblicitari delle figurine storiche di fine Ottocento, che sponsorizzavano prodotti farmaceutici spesso realizzati attraverso principi attivi tenuti segreti. Analogamente, nel campo dell&rsquo;alimentazione si parla di prodotti industriali innovativi per l'epoca quali gli estratti di carne, gli amari quali la &ldquo;Ferrochina&rdquo; o il cioccolato in tutte le sue versioni, le cui virtù spesso enfatizzate e mitizzate venivano illustrate nel retro delle figurine, a volte tramite tabelle comparative. Nel campo dell&rsquo;ambiente, infine, si svelano le notizie fasulle che circolavano su animali, piante e mondo extra-terreste. La sezione &ldquo;Magia o scienza?&rdquo; illustra fenomeni naturali facilmente comprensibili in termini scientifici, mentre altre figurine spiegano esperimenti ludici che nascondono trucchi, illusioni ottiche e cinematografiche. Tue, 11 Sep 2018 10:16:30 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Vero_o_falso____mito_e_scienza_nelle_figurine.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-11T10:16:30Z “Che un vento di follia totale mi sollevi”, le icone di Licini http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Che_un_vento_di_follia_totale_mi_sollevi___le_icone_di_Licini.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 Alla Collezione Guggenheim di Venezia una mostra dedicata all&rsquo;artista, a sessant&rsquo;anni dalla morte: un percorso dalle opere figurative giovanili ai capolavori astratti della maturità Tue, 11 Sep 2018 08:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Che_un_vento_di_follia_totale_mi_sollevi___le_icone_di_Licini.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-11T08:30:13Z Merano Arte, terza edizione di “Architetture recenti in Alto Adige” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Merano_Arte__terza_edizione_di__Architetture_recenti_in_Alto_Adige_.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 <strong>Dal 29 settembre 2018 al 6 gennaio 2019</strong>, Merano Arte presenta la terza edizione della mostra &ldquo;Architetture recenti in Alto Adige&rdquo; che propone un inventario dei progetti che documentano l&rsquo;orizzonte architettonico che si è sviluppato in Alto Adige negli ultimi sei anni, selezionati da una giuria internazionale composta da Roman Hollenstein, Marco Mulazzani, Marta Schreieck. I tre membri della giuria hanno selezionato 80 edifici, tra oltre 240 progetti, ritenuti particolarmente importanti; quindi, dopo una visita in loco alle strutture, sono stati scelti i 38 che vengono esposti, cui si aggiungeranno altri 26 che verranno pubblicati nel catalogo. Quello che ne risulta è un viaggio nell&rsquo;Alto Adige, dalla Val Venosta a ovest, alla Val Pusteria a est, in cui le pietre miliari sono rappresentati da quegli edifici che si sono distinti per sensibilità, delicatezza, eccezionalità o per la particolare contemporaneità. A Bolzano la nuova scena architettonica propone numerosi progetti urbani: servizi sociali come il centro per la riabilitazione psichiatrica, l&rsquo;ampliamento di zone della città che riguarda infrastrutture come la stazione ferroviaria, chiese, scuole o gli impianti sportivi lungo il Talvera. La villa di un collezionista d&rsquo;arte con vista panoramica su Bolzano è una casa-scultura inserita nella collina, a uso della sua famiglia e della sua vasta collezione. Edifici di residenza popolare nelle zone dell&rsquo;Oltradige, con esempi a Cornaiano e Appiano, si collocano per i loro requisiti in dialogo con la densità abitativa ed il paesaggio circostante. Proseguendo il viaggio lungo la val d&rsquo;Isarco e la Pusteria, ci si rende conto di quanto la piccola regione dell'Alto Adige sia costellata da edifici di alta qualità, sia nelle zone periferiche che in quelle più densamente popolate. Tue, 11 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Merano_Arte__terza_edizione_di__Architetture_recenti_in_Alto_Adige_.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-11T07:00:01Z Ravenna: “Infanzia indimenticabile”, collettiva italo-israeliana http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Ravenna___Infanzia_indimenticabile___collettiva_italo-israeliana.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 <strong>Dal 21 settembre al 21 ottobre</strong> il Museo Nazionale di Ravenna ospita la mostra collettiva &ldquo;Unforgettable childhood - Infanzia indimenticabile&rdquo;, curata da Ermanno Tedeschi e realizzata in collaborazione con il Polo Museale dell&rsquo;Emilia Romagna e l&rsquo;Associazione Acribia. Nell&rsquo;esposizione più di sessanta artisti italiani e israeliani dialogano sul tema dell&rsquo;infanzia con opere di pittura, scultura, fotografia e disegno. Mon, 10 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Ravenna___Infanzia_indimenticabile___collettiva_italo-israeliana.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-10T07:15:01Z Milano: “Unico e ripetibile”, il design nelle collezioni di Massimo De Carlo http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano___Unico_e_ripetibile___il_design_nelle_collezioni_di_Massimo_De_Carlo.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 La Triennale di Milano presenta <strong>dal 12 settembre al 7 ottobre 2018</strong> la mostra &ldquo;Unico e ripetibile. Arte e industria nelle collezioni di Massimo De Carlo&rdquo; un&rsquo;indagine sul rapporto tra manufatto seriale e opera d&rsquo;arte. L&rsquo;esposizione presenta oltre 100 oggetti e opere raccolti da De Carlo in tutto il mondo; i tre nuclei proposti identificano un percorso unico nella storia della cultura del Novecento e contribuiscono a individuare nuove relazioni tra le discipline e i sistemi di produzione di artisti e designer. Le ceramiche prodotte a Weimar negli anni precedenti alla Seconda Guerra Mondiale, i ricami di lettere di Alighiero Boetti, i manifesti del grafico, designer e educatore italiano AG Fronzoni raccontano i recenti movimenti dell&rsquo;arte e del gusto nei confronti dell&rsquo;industria e viceversa. Le ceramiche di Weimar sono un&rsquo;espressione rilevante del prodotto in serie, nate con il movimento Bauhaus sotto la prima Repubblica di Weimar. I celebri ricami di Alighiero Boetti uniscono le antiche tecniche artigianali della lavorazione della stoffa a una riflessione sull&rsquo;autorialità. I manifesti di AG Fronzoni realizzati per promuovere esposizioni, incontri culturali, appuntamenti politici sono aratterizzati dal rapporto di tensione dinamica tra pieno e vuoto e da un uso unico del carattere tipografico del colore. Questi tre corpi di opere sono esposti negli spazi della Triennale in comunicazione tra loro grazie all&rsquo;allestimento dell&rsquo;architetto Matilde Cassani che esalta il carattere narrativo e affettivo di questi oggetti, ognuno dei quali è il segnale di una passione capace di superare confini geografici, professionali e culturali. Wed, 12 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano___Unico_e_ripetibile___il_design_nelle_collezioni_di_Massimo_De_Carlo.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-12T07:15:01Z Carpi: tutto pronto per la terza edizione della Festa del Gioco http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Carpi__tutto_pronto_per_la_terza_edizione_della_Festa_del_Gioco.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 <strong>Sabato 29 e domenica 30 settembre</strong>, il centro storico di Carpi (Modena) si anima con la terza edizione della Festa del Gioco, dal titolo &ldquo;Cacciatori di stelle. Tra arte, scienza e gioco&rdquo;. Ideata e organizzata dal Castello dei ragazzi, sostenuta dal Comune di Carpi con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Ministero dell&rsquo;Istruzione, dell&rsquo;Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per l&rsquo;Emilia-Romagna, la manifestazione propone per le vie del centro giochi, laboratori, dimostrazioni e installazioni per bambini dai due anni, ragazzi e adulti indagando i rapporti tra i linguaggi dell'arte e i linguaggi della scienza. Protagonisti di questa festa sono ancora una volta gli studenti delle scuole di Carpi che hanno collaborato a costruire una parte del programma. Attraverso i laboratori, promossi in collaborazione con la Fondazione Golinelli di Bologna, bambini, ragazzi e famiglie possono giocare grazie a pratiche innovative come il <em>design thinking</em>, la didattica per progetti, l&rsquo;impiego delle nuove tecnologie. Wed, 12 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Carpi__tutto_pronto_per_la_terza_edizione_della_Festa_del_Gioco.html?language=it&tematica=Temi&selected=2 2018-09-12T07:00:01Z