CulturaItalia feed http://www.culturaitalia.it CulturaItalia feed it Thu, 20 Sep 2018 06:55:02 GMT CulturaItalia 2018-09-20T06:55:02Z it Vetro e architettura, l’opera di Mario Bellini http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Vetro_e_architettura__l_opera_di_Mario_Bellini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 A Venezia una retrospettiva organizzata dalla Fondazione Musei Civici espone tutta la produzione di vetri soffiati dell&rsquo;architetto e designer milanese, includendo i prototipi di ricerca e sperimentazioni Thu, 13 Sep 2018 10:45:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/Vetro_e_architettura__l_opera_di_Mario_Bellini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-13T10:45:13Z “Transcribathon”, una gara online per trascrivere documenti della Grande Guerra http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Transcribathon___una_gara_online_per_trascrivere_documenti_della_Grande_Guerra.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Iccu, Europeana Foundation e Università Roma Tre lanciano l&rsquo;iniziativa per promuovere una fruizione innovativa del patrimonio culturale digitale Wed, 12 Sep 2018 14:16:00 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Transcribathon___una_gara_online_per_trascrivere_documenti_della_Grande_Guerra.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-12T14:16:00Z “Che un vento di follia totale mi sollevi”, le icone di Licini http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Che_un_vento_di_follia_totale_mi_sollevi___le_icone_di_Licini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Alla Collezione Guggenheim di Venezia una mostra dedicata all&rsquo;artista, a sessant&rsquo;anni dalla morte: un percorso dalle opere figurative giovanili ai capolavori astratti della maturità Tue, 11 Sep 2018 08:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Che_un_vento_di_follia_totale_mi_sollevi___le_icone_di_Licini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-11T08:30:13Z "I Castelli nell'Ora Blu", la bic art di Jan Fabre http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_I_Castelli_nell_Ora_Blu___la_bic_art_di_Jan_Fabre.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Una mostra in tre sedi, a Milano, presenta una selezione di lavori in gran parte inediti dell'artista, &quot;performance architettoniche&quot; che compongono un percorso nel suo immaginario più romantico e poetico, ma sempre radicale e simbolico Mon, 10 Sep 2018 08:30:12 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_I_Castelli_nell_Ora_Blu___la_bic_art_di_Jan_Fabre.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-10T08:30:12Z “Luoghi della cultura digitale”, progetti per il patrimonio http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Luoghi_della_cultura_digitale___progetti_per_il_patrimonio.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Una conferenza internazionale a Roma darà il via l&rsquo;8 ottobre a una settimana di appuntamenti a Napoli, Firenze, Torino e Prato per presentare le iniziative di biblioteche, musei e archivi per una fruizione innovativa dei beni culturali Thu, 06 Sep 2018 10:00:23 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Luoghi_della_cultura_digitale___progetti_per_il_patrimonio.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-06T10:00:23Z "Fato e destino", miti antichi e inquietudini contemporanee http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Fato_e_destino___miti_antichi_e_inquietudini_contemporanee.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 L&rsquo;esposizione al Complesso Museale di Palazzo Ducale a Mantova, che si apre in concomitanza con la XXII edizione di Festivaletteratura, presenta circa 70 opere di pittura, scultura, grafica e arte musiva Wed, 05 Sep 2018 11:00:29 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Fato_e_destino___miti_antichi_e_inquietudini_contemporanee.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-05T11:00:29Z “Cosa è successo in biblioteca?”, le case dei libri nell’era digitale http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Cosa_e_successo_in_biblioteca____le_case_dei_libri_nell_era_digitale.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Un convegno internazionale a Roma, alla Sapienza, fa il punto sull&rsquo;evoluzione del ruolo sociale delle istituzioni bibliotecarie, sugli sviluppi tecnologici e sulle iniziative in corso in vari paesi Mon, 03 Sep 2018 08:30:14 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Cosa_e_successo_in_biblioteca____le_case_dei_libri_nell_era_digitale.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-03T08:30:14Z “Camera Pop”, la fotografia diventa opera d’arte http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Camera_Pop___la_fotografia_diventa_opera_d_arte.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Una mostra al Centro Italiano per la Fotografia di Torino ripercorre la storia della trasformazione artistica del documento fotografico attraverso 120 tra quadri, scatti, collage e grafiche di Warhol, Schifano e i principali esponenti del movimento &quot;popular&quot; Fri, 31 Aug 2018 08:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Camera_Pop___la_fotografia_diventa_opera_d_arte.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-08-31T08:30:13Z "Ercole e il suo mito", l'eroe della forza nei secoli http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Ercole_e_il_suo_mito___l_eroe_della_forza_nei_secoli.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Una rassegna nella Reggia di Venaria illustra la reinterpretazione della leggenda erculea dal paganesimo al cristianesimo, dall'arte decorativa al cinema Thu, 30 Aug 2018 08:30:13 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/eventi/_Ercole_e_il_suo_mito___l_eroe_della_forza_nei_secoli.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-08-30T08:30:13Z "Vero o falso?", mito e scienza nelle figurine http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Vero_o_falso____mito_e_scienza_nelle_figurine.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 La Fondazione Modena Arti Visive presenta al Museo della Figurina di Modena la mostra&nbsp;&ldquo;Vero&nbsp;o&nbsp;falso? Le figurine sotto la lente d&rsquo;ingrandimento della scienza&rdquo;, a cura di Pleiadi Emilia, che inaugura venerdì 14 settembre in occasione del Festivalfilosofia&nbsp;2018, dedicato quest&rsquo;anno al tema della &ldquo;Verità&rdquo;. L&rsquo;esposizione, visibile fino al 24 febbraio 2019, indaga il rapporto tra scienza e verità conducendo il pubblico all&rsquo;interno del laboratorio scientifico, luogo simbolo dell&rsquo;obiettività. Attraverso un percorso interattivo, il visitatore si mette nei panni dello scienziato alle prese con il compito di svelare falsi miti e trovare conferme celate nelle immagini delle figurine. La rassegna offre ai visitatori la possibilità di effettuare esperimenti in prima persona tramite due installazioni interattive, di soffermarsi sugli approfondimenti testuali, di osservare reperti come un contenitore di polvere lunare e oggetti tridimensionali selezionati allo scopo di avvalorare o smentire gli elementi che emergono dal mondo della figurina. Il percorso espositivo parte dalla dicotomia &ldquo;Verità vs falso mito&rdquo;, declinata in tre macro ambiti: medicina, alimentazione e ambiente. Per quanto riguarda la medicina, in particolare, il focus è sui contenuti pubblicitari delle figurine storiche di fine Ottocento, che sponsorizzavano prodotti farmaceutici spesso realizzati attraverso principi attivi tenuti segreti. Analogamente, nel campo dell&rsquo;alimentazione si parla di prodotti industriali innovativi per l'epoca quali gli estratti di carne, gli amari quali la &ldquo;Ferrochina&rdquo; o il cioccolato in tutte le sue versioni, le cui virtù spesso enfatizzate e mitizzate venivano illustrate nel retro delle figurine, a volte tramite tabelle comparative. Nel campo dell&rsquo;ambiente, infine, si svelano le notizie fasulle che circolavano su animali, piante e mondo extra-terreste. La sezione &ldquo;Magia o scienza?&rdquo; illustra fenomeni naturali facilmente comprensibili in termini scientifici, mentre altre figurine spiegano esperimenti ludici che nascondono trucchi, illusioni ottiche e cinematografiche. Tue, 11 Sep 2018 10:16:30 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Vero_o_falso____mito_e_scienza_nelle_figurine.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-11T10:16:30Z “Nomadi dell’Asia”, scatti di Carla e Giorgio Milone http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Nomadi_dell_Asia___scatti_di_Carla_e_Giorgio_Milone.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Il Mao - Museo d&rsquo;Arte Orientale di Torino ospita dall&rsquo;8 settembre al 15 ottobre la mostra fotografica di Carla e Giorgio Milone &ldquo;Nomadi dell&rsquo;Asia. Storie di donne e uomini tra steppe e altopiani&rdquo;. In esposizione cento scatti che raccontano un viaggio nei paesi dell&rsquo;Asia Centrale e Settentrionale, tra le popolazioni che ancora praticano il nomadismo. Per contestualizzare le immagini sono esposti anche alcuni manufatti in tessuto della seconda metà dell&rsquo;Ottocento prestati dalla galleria torinese Battilossi: un qasqay iraniano, un kilim tagiko, una sacca shasavan curda, una guida da meditazione e un coprisella tibetani. Fri, 07 Sep 2018 09:00:09 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Nomadi_dell_Asia___scatti_di_Carla_e_Giorgio_Milone.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-07T09:00:09Z Il "San Lorenzo" di Donatello esposto a Roma a Palazzo Venezia http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/Il__San_Lorenzo__di_Donatello_esposto_a_Roma_a_Palazzo_Venezia.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Dal 12 luglio il busto in terracotta raffigurante <em>San Lorenzo</em>, realizzato da Donatello, finora comparso in mostre temporanee, è esposto a Palazzo Venezia, a Roma, fino al 28 aprile 2019. L&rsquo;iniziativa, promossa dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, è inserita nell&rsquo;ambito di Artcity Estate 2018. Donato de&rsquo; Bardi, detto Donatello (1386- 1466) è il più celebrato scultore fiorentino del quindicesimo secolo e uno dei più grandi scultori di ogni tempo. Partito da un clima ancora largamente connesso al cosiddetto Gotico internazionale, l&rsquo;artista s&rsquo;impone insieme a Brunelleschi e a Masaccio per la carica innovativa, diventando uno degli alfieri del primo Rinascimento. Il busto in terracotta di <em>San Lorenzo</em> fu realizzato per il portale maggiore della Pieve di San Lorenzo a Borgo San Lorenzo nel Mugello, una chiesa posta una quarantina di chilometri a nord di Firenze. La datazione sembra cadere intorno al 1440, negli stessi anni in cui Donatello realizzava il <em>David</em> in bronzo e dunque poco prima del soggiorno a Padova. L&rsquo;operarimase per molti secoli nell&rsquo;oblio: già transitato nelle collezioni dei principi di Liechtenstein, è stato riscoperto dalla critica soltanto nel 2003, con il suo ingresso nella collezione di Peter Silverman e Kathleen Onorato. Il busto viene attualmente considerato una delle più serie e importanti acquisizioni al catalogo di Donatello. Mon, 13 Aug 2018 13:00:10 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotonotizie/Il__San_Lorenzo__di_Donatello_esposto_a_Roma_a_Palazzo_Venezia.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-08-13T13:00:10Z “Soft Revolution”, Toselli e gli artisti di “portofranco” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Soft_Revolution___Toselli_e_gli_artisti_di__portofranco_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Dal 13 luglio al 26 agosto la Triennale di Milano presenta la mostra a cura di Elena Pontiggia &ldquo;Franco Toselli e gli artisti di portofranco. Soft Revolution&rdquo;. Il gallerista Toselli, a partire dagli anni Novanta, ha riunito sotto il nome di &ldquo;portofranco&rdquo; alcuni artisti, che, muovendo soprattutto dall&rsquo;arte di Salvo, Luigi Ontani, Alighiero Boetti, Tony Cragg, Emilio Prini, e dal mondo poetico di Nicola De Maria, Jan Knap, Milan Kunc e Charlemagne Palestine, hanno praticato una pittura di ascendenza concettuale, caratterizzata da un'intensa dimensione di liricità, affabilità e leggerezza. Non si tratta di un gruppo vero e proprio, ma piuttosto di un clima, di un&rsquo;atmosfera condivisa, creata da una pittura che è insieme immagine e idea. Il nome &ldquo;portofranco&rdquo; evoca un&rsquo;idea di libertà: &laquo;È come cercare una terra oltre l&rsquo;oceano, una scommessa. È una situazione non codificata, un po&rsquo; indecifrabile&hellip; Non c&rsquo;è un tema che ci unisce, non c&rsquo;è un manifesto, non c&rsquo;è un&rsquo;ideologia. L&rsquo;unico punto che accomuna tutti gli artisti è la libertà&raquo; ha dichiarato Enzo Forese, uno degli artisti del gruppo assieme, tra gli altri, a Bonomo Faita, Fabrizio Braghieri, Enzo Forese, Angelo Formica, Francesca Fornasari, Helgi Fridjonsson, Riccardo Gusmaroli, Claus Larsen, Corrado Levi, Mizokami Kazumasa, Enzo Obiso, Paola Pezzi, Lisa Ponti, Luigi Puxeddu, Rosa Maria Rinaldi, Antonio Serrapica, Antonio Sofianopulo, Giacomo Toselli, Giampaolo Truffa, Gabriele Turola. Come chiosa la curatrice &laquo;Gli artisti di &ldquo;portofranco&rdquo; condividono tutti una pittura o una scultura di origine concettuale, interessata però alla concretezza viva dell&rsquo;opera e in particolare al colore; una apparente immediatezza, una complessa semplicità; un lirismo a volte ironico, a volte stupefatto, a volte entrambe le cose; una levità che si esprime spesso nella predilezione per formati piccoli e materiali minimi, ma che fortunatamente non sconfina mai nella retorica (pesantissima) sulla leggerezza. Soprattutto condividono una sorta di tenerezza verso figure e cose, [&hellip;] l&rsquo;amore per la vita più indifesa, fiori, animali e ambiente compresi. Il loro è un mondo soffice, insomma. Ed è un mondo, comunque, dove non ci sono regole con poche eccezioni, ma eccezioni con poche regole&raquo;.&nbsp; Mon, 16 Jul 2018 13:31:50 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Soft_Revolution___Toselli_e_gli_artisti_di__portofranco_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-07-16T13:31:50Z “Da Miami a Milano”, Romero Britto personalizza la street art http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Da_Miami_a_Milano___Romero_Britto_personalizza_la_street_art.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 La mostra &ldquo;Romero Britto. Da Miami a Milano&rdquo;, dal 1&ordm; giugno al 10 agosto presso la galleria Deodato Arte di Miano, offre una selezione di venti opere fra cui tele, sculture, serigrafie, di grandi, medie e piccole dimensioni, accomunate dalla componente cromatica, sempre protagonista di tutti i suoi lavori. L&rsquo;artista, partendo da sagome e tecniche della street art, personalizza il suo stile a seguito di un viaggio a Parigi durante il quale entra in contatto con le opere di Henri Matisse e, in particolar modo, Pablo Picasso. Nasce un&rsquo;espressione originale, caratterizzata dallo studio del colore, applicato a temi della natura e della quotidianità: i protagonisti ricorrenti dei suoi lavori appartengono al mondo quotidiano, proprio perché il messaggio della sua arte è rivolto a tutti, e si affiancano a motivi astratti, dando vita a opere connotate da una potenza cromatica che esprime positività, empatia e ottimismo. I tratti semplici, talvolta geometrici, i colori vivaci e le icone, ricordano il mondo fantastico e dei cartoon ed evocano ricordi d&rsquo;infanzia, pensieri sereni, che si contrappongono alla vita caotica, dalla quale le opere di Britto vogliono allontanare. Le serigrafie intitolate <em>Huge</em> e <em>Alive</em>, fitte composizioni di cuori, e i motivi astratti, <em>Curves</em> e <em>The Blues</em>, evocano una sorta di caos, un&rsquo;esplosione di colori. <em>Huge</em> fa riferimento al grande formato usato dall'artista per creare un'opera di oltre ventiquattro metri quadri, divisa in quattro parti. <em>Alive</em> è una celebrazione della musica, dell&rsquo;amore e della felicità, mentre <em>Curves</em> e <em>The Blues</em>, con marcati riferimenti alle radici cubiste, raffigurano paesaggi astratti, che sottolineano la capacità dell&rsquo;artista di giocare con l&rsquo;equilibrio delle forme e delle linee, creando un&rsquo;atmosfera viva e dinamica. Un approccio giocoso è proposto dai lavori che hanno come soggetto gli animali, come la scultura <em>Royalty</em>, un cagnolino con una corona in testa e la serigrafia su tela <em>Love Birds</em>, dove due uccelli si intrecciano formando un cuore al centro del quadro. Grande attenzione è rivolta anche alla rappresentazione delle persone, spesso si tratta di amanti come <em>Beautiful Evening</em> o <em>Love me tender</em>, dove un uomo e una donna fusi in un abbraccio esprimono delicatezza e amore profondo. La figura prediletta rimane quella femminile, ne sono esempio <em>Bellezza di Capri</em>, opera ispirata dai viaggi dell&rsquo;artista sull&rsquo;isola, combinazione del fascino italiano e della sensibilità del mondo antico, dove un&rsquo;elegante signora con un grande cappello blu è seduta a prendere il sole, e <em>Trinity, </em>che racchiude in sé tre donne nude che mostrano le loro forme sinuose; qui il contrasto tra i colori freddi predominanti e il rosso dei fiori e delle labbra mettono in luce un ulteriore tratto caratteristico dell&rsquo;artista, l&rsquo;accostamento di colori complementari. Fri, 13 Jul 2018 09:00:09 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Da_Miami_a_Milano___Romero_Britto_personalizza_la_street_art.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-07-13T09:00:09Z “Yesterday, Today, Tomorrow”, il colore dagli anni Quaranta a oggi http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Yesterday__Today__Tomorrow___il_colore_dagli_anni_Quaranta_a_oggi.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Fino al 21 luglio è ancora possibile visitare la mostra &ldquo;Yesterday, Today, Tomorrow&rdquo;, inaugurata lo scorso 27 aprile presso la Galleria d&rsquo;Arte 2000 &amp; Novecento di Reggio Emilia. La collettiva, attraverso le opere di tredici autori selezionati, illustra l&rsquo;uso del colore nella pittura italiana dagli anni Quaranta ad oggi.Tre sezioni distinte, ricerche ed espressioni artistiche differenti, proposte eterogenee che, pur nella loro diversità, risultano complementari l&rsquo;una all&rsquo;altra. La parte storica comprende due opere del 1946 di Galliano Mazzon, due tempere su tela e su cartoncino, rispettivamente di Mario Nigro e Carla Accardi, e due opere di Fausto Melotti riferibili agli anni Settanta. A completare il gruppo, una tela di Giulio Turcato del 1971, un paesaggio di Carlo Mattioli, caratterizzato da una grande matericità, colori intensi e dipinto al limite della sinestesia, ed un olio su tela del 1988 Piero Dorazio, artista che ha incarnato per una vita la ricerca dell&rsquo;astrattismo italiano. La sezione &ldquo;Today&rdquo; pone l&rsquo;attenzione su opere recenti di Enrico Della Torre e Valerio Adami: lavori a sviluppo geometrico di Della Torre accostati a <em>Looking to the east</em> di Adami, il cui stile si distingue nell&rsquo;uso di una materia cromatica in stesure piatte, lisce e continue, all&rsquo;interno di nette recinzioni nere delimitate dal disegno. Concetto e disegno confluiscono pertanto inscindibilmente nell&rsquo;impianto artistico-narrativo del quadro suggerendo un forte e sicuro impatto comunicativo ed emotivo. A queste ricerche, si aggiungono un dipinto di Walter Valentini e diversi lavori di Giorgio Griffa, al centro di importanti rassegne italiane e internazionali. Dell&rsquo;artista torinese sono esposti, in particolare, due acquerelli su cartoncino e un acrilico su tela di grandi dimensioni. Aprono, infine, al divenire le sculture da parete di Paola Pezzi, realizzate attraverso il meticoloso assemblaggio di matite colorate, e un grande paesaggio contemporaneo del 2002 di Andrea Chiesi, <em>S.P.K. 38</em>, dipinto in maniera lenta e rigorosa, in cui tempo e memoria si fondono con i concetti di impermanenza e vacuità. Fri, 13 Jul 2018 09:30:09 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/fotogalleries/_Yesterday__Today__Tomorrow___il_colore_dagli_anni_Quaranta_a_oggi.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-07-13T09:30:09Z Milano: “Unico e ripetibile”, il design nelle collezioni di Massimo De Carlo http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano___Unico_e_ripetibile___il_design_nelle_collezioni_di_Massimo_De_Carlo.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 La Triennale di Milano presenta <strong>dal 12 settembre al 7 ottobre 2018</strong> la mostra &ldquo;Unico e ripetibile. Arte e industria nelle collezioni di Massimo De Carlo&rdquo; un&rsquo;indagine sul rapporto tra manufatto seriale e opera d&rsquo;arte. L&rsquo;esposizione presenta oltre 100 oggetti e opere raccolti da De Carlo in tutto il mondo; i tre nuclei proposti identificano un percorso unico nella storia della cultura del Novecento e contribuiscono a individuare nuove relazioni tra le discipline e i sistemi di produzione di artisti e designer. Le ceramiche prodotte a Weimar negli anni precedenti alla Seconda Guerra Mondiale, i ricami di lettere di Alighiero Boetti, i manifesti del grafico, designer e educatore italiano AG Fronzoni raccontano i recenti movimenti dell&rsquo;arte e del gusto nei confronti dell&rsquo;industria e viceversa. Le ceramiche di Weimar sono un&rsquo;espressione rilevante del prodotto in serie, nate con il movimento Bauhaus sotto la prima Repubblica di Weimar. I celebri ricami di Alighiero Boetti uniscono le antiche tecniche artigianali della lavorazione della stoffa a una riflessione sull&rsquo;autorialità. I manifesti di AG Fronzoni realizzati per promuovere esposizioni, incontri culturali, appuntamenti politici sono aratterizzati dal rapporto di tensione dinamica tra pieno e vuoto e da un uso unico del carattere tipografico del colore. Questi tre corpi di opere sono esposti negli spazi della Triennale in comunicazione tra loro grazie all&rsquo;allestimento dell&rsquo;architetto Matilde Cassani che esalta il carattere narrativo e affettivo di questi oggetti, ognuno dei quali è il segnale di una passione capace di superare confini geografici, professionali e culturali. Wed, 12 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano___Unico_e_ripetibile___il_design_nelle_collezioni_di_Massimo_De_Carlo.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-12T07:15:01Z Carpi: tutto pronto per la terza edizione della Festa del Gioco http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Carpi__tutto_pronto_per_la_terza_edizione_della_Festa_del_Gioco.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 <strong>Sabato 29 e domenica 30 settembre</strong>, il centro storico di Carpi (Modena) si anima con la terza edizione della Festa del Gioco, dal titolo &ldquo;Cacciatori di stelle. Tra arte, scienza e gioco&rdquo;. Ideata e organizzata dal Castello dei ragazzi, sostenuta dal Comune di Carpi con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Ministero dell&rsquo;Istruzione, dell&rsquo;Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per l&rsquo;Emilia-Romagna, la manifestazione propone per le vie del centro giochi, laboratori, dimostrazioni e installazioni per bambini dai due anni, ragazzi e adulti indagando i rapporti tra i linguaggi dell'arte e i linguaggi della scienza. Protagonisti di questa festa sono ancora una volta gli studenti delle scuole di Carpi che hanno collaborato a costruire una parte del programma. Attraverso i laboratori, promossi in collaborazione con la Fondazione Golinelli di Bologna, bambini, ragazzi e famiglie possono giocare grazie a pratiche innovative come il <em>design thinking</em>, la didattica per progetti, l&rsquo;impiego delle nuove tecnologie. Wed, 12 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Carpi__tutto_pronto_per_la_terza_edizione_della_Festa_del_Gioco.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-12T07:00:01Z Milano: due nuovi percorsi tematici alla Biblioteca di Morando http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano__due_nuovi_percorsi_tematici_alla_Biblioteca_di_Morando.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 La Biblioteca di Morando, a Milano, riapre a settembre proponendo due nuovi percorsi tematici. <strong>Dall'11 settembre al 23 ottobre</strong> &ldquo;La linea milanese: i grandi attori tra varietà e cabaret&rdquo;, un percorso cinematografico per ripercorrere la storia del teatro di varietà e del cabaret milanese, dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta, attraverso i suoi grandi protagonisti: Walter Chiari, Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, passando per Dario Fo, Franca Valeri, Delia Scala, arrivando a Paolo Rossi e Claudio Bisio, senza dimenticare Piero Mazzarella, Renato Pozzetto e Nanni Svampa. <strong>Dal 13 settembre al 25 ottobre</strong> in programma &ldquo;La tua pagina sullo schermo&rdquo;, iniziativa &quot;interattiva&quot; che combina il piacere personale della lettura di grandi classici con la visione in sala della loro trasposizione cinematografica. Il pubblico è invitato a leggere la propria pagina del cuore o la frase più amata tratta da celebri romanzi di cui grandi registi hanno realizzato la versione filmica. Tra i titoli proposti <em>Anna Karenina</em>, <em>Moby Dick</em>, <em>Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde</em>. Tue, 11 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Milano__due_nuovi_percorsi_tematici_alla_Biblioteca_di_Morando.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-11T07:15:01Z Merano Arte, terza edizione di “Architetture recenti in Alto Adige” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Merano_Arte__terza_edizione_di__Architetture_recenti_in_Alto_Adige_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 <strong>Dal 29 settembre 2018 al 6 gennaio 2019</strong>, Merano Arte presenta la terza edizione della mostra &ldquo;Architetture recenti in Alto Adige&rdquo; che propone un inventario dei progetti che documentano l&rsquo;orizzonte architettonico che si è sviluppato in Alto Adige negli ultimi sei anni, selezionati da una giuria internazionale composta da Roman Hollenstein, Marco Mulazzani, Marta Schreieck. I tre membri della giuria hanno selezionato 80 edifici, tra oltre 240 progetti, ritenuti particolarmente importanti; quindi, dopo una visita in loco alle strutture, sono stati scelti i 38 che vengono esposti, cui si aggiungeranno altri 26 che verranno pubblicati nel catalogo. Quello che ne risulta è un viaggio nell&rsquo;Alto Adige, dalla Val Venosta a ovest, alla Val Pusteria a est, in cui le pietre miliari sono rappresentati da quegli edifici che si sono distinti per sensibilità, delicatezza, eccezionalità o per la particolare contemporaneità. A Bolzano la nuova scena architettonica propone numerosi progetti urbani: servizi sociali come il centro per la riabilitazione psichiatrica, l&rsquo;ampliamento di zone della città che riguarda infrastrutture come la stazione ferroviaria, chiese, scuole o gli impianti sportivi lungo il Talvera. La villa di un collezionista d&rsquo;arte con vista panoramica su Bolzano è una casa-scultura inserita nella collina, a uso della sua famiglia e della sua vasta collezione. Edifici di residenza popolare nelle zone dell&rsquo;Oltradige, con esempi a Cornaiano e Appiano, si collocano per i loro requisiti in dialogo con la densità abitativa ed il paesaggio circostante. Proseguendo il viaggio lungo la val d&rsquo;Isarco e la Pusteria, ci si rende conto di quanto la piccola regione dell'Alto Adige sia costellata da edifici di alta qualità, sia nelle zone periferiche che in quelle più densamente popolate. Tue, 11 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Merano_Arte__terza_edizione_di__Architetture_recenti_in_Alto_Adige_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-11T07:00:01Z Ravenna: “Infanzia indimenticabile”, collettiva italo-israeliana http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Ravenna___Infanzia_indimenticabile___collettiva_italo-israeliana.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 <strong>Dal 21 settembre al 21 ottobre</strong> il Museo Nazionale di Ravenna ospita la mostra collettiva &ldquo;Unforgettable childhood - Infanzia indimenticabile&rdquo;, curata da Ermanno Tedeschi e realizzata in collaborazione con il Polo Museale dell&rsquo;Emilia Romagna e l&rsquo;Associazione Acribia. Nell&rsquo;esposizione più di sessanta artisti italiani e israeliani dialogano sul tema dell&rsquo;infanzia con opere di pittura, scultura, fotografia e disegno. Mon, 10 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Ravenna___Infanzia_indimenticabile___collettiva_italo-israeliana.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-10T07:15:01Z Palermo: “Sottoterra”, bipersonale di Gabriele Faletra e Cristina Tognetti http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Palermo___Sottoterra___bipersonale_di_Gabriele_Faletra_e_Cristina_Tognetti.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 <strong>Fino al 1&ordm; ottobre</strong> il Palazzo Oneto di Sperlinga a Palermo ospita la mostra di arte contemporanea &ldquo;Sottoterra&rdquo;, inaugurata il 23 agosto. Si tratta di una doppia esposizione degli artisti Gabriele Faletra e Cristina Tognetti, dell&rsquo;Accademia di Palermo, il primo autore di sculture in argilla, la seconda di tele dai colori vivaci. La rassegna è curata da Marilena Morabito Mon, 10 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Palermo___Sottoterra___bipersonale_di_Gabriele_Faletra_e_Cristina_Tognetti.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-10T07:00:01Z Roma: al Vittoriano “Visioni”, personale di Marcella Mencherini http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Roma__al_Vittoriano__Visioni___personale_di_Marcella_Mencherini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Dal <strong>7 al 23 settembre</strong> l&rsquo;Ala Brasini del Complesso del Vittoriano di Roma ospita la mostra &ldquo;Visioni&rdquo;, monografica dell&rsquo;artista aretina Marcella Mencherini. In esposizione 29 opere, tredici delle quali inedite. Nel linguaggio aeropittorico dell&rsquo;autrice, ispirato all&rsquo;arte futurista, prendono forma immagini di un mondo onirico. La rassegna è patrocinata dall&rsquo;Aeronautica Militare e dall&rsquo;Associazione Pionieri dell&rsquo;Aeronautica. L&rsquo;organizzazione è del Gruppo Arthemisia. Fri, 07 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Roma__al_Vittoriano__Visioni___personale_di_Marcella_Mencherini.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-07T07:15:01Z Gubbio: al via la quarta edizione del “Festival del Medioevo” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Gubbio__al_via_la_quarta_edizione_del__Festival_del_Medioevo_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 Apre i battenti <strong>dal 26 al 30 settembre</strong> la quarta edizione del &ldquo;Festival del Medioevo&rdquo; a Gubbio (Perugia), che propone quest&rsquo;anno il tema &ldquo;Barbari. La scoperta degli altri&rdquo;, focus sulle grandi migrazioni, la difesa dei confini, l'identità degli individui e dei popoli, che incrocia le grandi questioni del mondo contemporaneo. Un viaggio tra i popoli e gli individui, in mezzo ai &ldquo;forestieri&rdquo; e intorno ai confini, le convenzioni della storia e della geografia: segni che indicano un limite comune. Qualcosa che separa ma allo stesso tempo può anche unire, e che costruisce l'alterità e l'identità, l'amico e lo straniero, l'estraneo e il diverso. La manifestazione &ndash; che mette in contatto il mondo accademico e la vasta platea degli appassionati &ndash; propone più di cento eventi tra appuntamenti culturali, mostre, esibizioni e spettacoli. Oltre duecento i protagonisti: storici, scrittori, artisti, architetti, scienziati e giornalisti. Il programma completo è consultabile al sito ufficiale del festival. Thu, 06 Sep 2018 07:15:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Gubbio__al_via_la_quarta_edizione_del__Festival_del_Medioevo_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-06T07:15:01Z Firenze: tutto pronto per il festival “L’Eredità delle Donne” http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze__tutto_pronto_per_il_festival__L_Eredita_delle_Donne_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 &ldquo;L&rsquo;Eredità delle Donne&rdquo; è il festival che <strong>dal 21 al 23 settembre</strong> propone, a Firenze, un programma di appuntamenti, in varie sedi, dedicati al tema dell&rsquo;empowerment femminile attraverso la cultura e l&rsquo;intrattenimento, tra eventi di approfondimento e di spettacolo. L&rsquo;evento, sotto la direzione artistica di Serena Dandini, è realizzato in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, in collaborazione con Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Il calendario completo è disponibile sul sito web dedicato alla manifestazione. Thu, 06 Sep 2018 07:00:01 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Firenze__tutto_pronto_per_il_festival__L_Eredita_delle_Donne_.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-06T07:00:01Z Modena: “Il viaggiatore mentale”, personale di Jon Rafman http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Modena___Il_viaggiatore_mentale___personale_di_Jon_Rafman.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 <strong>Dal 14 settembre 2018 al 24 febbraio 2019</strong>, la Galleria Civica di Modena con la Fondazione Fotografia Modena, presentano la personale di Jon Rafman &ldquo;Il viaggiatore mentale&rdquo; allestita presso la Palazzina dei Giardini, a cura di Diana Baldon, in concomitanza con il Festivalfilosofia 2018. La mostra raccoglie una selezione di installazioni multimediali che ripercorrono la produzione dell'artista canadese a partire dal 2011 ad oggi. Servendosi di linguaggi e supporti diversi, che vanno dalla fotografia al video, dalla scultura all&rsquo;installazione, Rafman indaga la fusione sempre più indistinta tra la realtà e la sua simulazione nella società contemporanea attraverso opere che confondono i confini tra il materiale e il virtuale, tra i corpi in carne e ossa e le loro repliche tecnologiche, tra suggestioni tratte da Internet, videogiochi e realtà virtuale. Wed, 05 Sep 2018 11:06:22 GMT http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/notizie/Modena___Il_viaggiatore_mentale___personale_di_Jon_Rafman.html?language=it&tematica=Tipologia&selected=0 2018-09-05T11:06:22Z