Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Ricerca per: IndiceArticoliOpac SBNEuropeana

Pagina dei contenuti


sei in: Home » Scheda della risorsa - oai:culturaitalia.it:museiditalia-work_63640
Esplora

Regioni

mappa regioni italiane Lombardia Valle D'Aosta Liguria Toscana Lazio Campania Sicilia Sardegna Calabria Puglia Umbria Emilia Romagna Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Marche Abruzzo Basilicata Molise Piemonte

scegli la regione


Seguici su:




linkedin





slideshare



Scheda della risorsa
immagine

dipinto murale

Tipo: Opere; dipinto murale; Oggetto fisico

Categoria: Opere d'arte visiva

Autore: Andrea del Sarto (1486 - 1530)

La serie delle dieci "Storie del Battista" e delle quattro " Virtù'", affrescate a monocromo nel chiostro della Compagnia dello Scalzo, costituisce un caposaldo nella produzione pittorica di Andrea del Sarto, anche perchè la sua esecuzione, protrattasi per un periodo di quasi vent'anni, abbraccia praticamente l'intero arco dell'evoluzione stilistica del pittore consentendo di seguirne quasi passo per passo le principali linee di tendenza. Per ragioni di stile l'inizio dell'attivita' di Andrea nel chiostro dello Scalzo si data intorno al 1507, anche se i pagamenti all'artista sono documentati soltanto a partire dal 1515 fino alla fine dei lavori nel 1526. L'impronta della sua personalità' domina l'intera realizzazione, evidentemente da lui ideata ed eseguita sia nelle parti figurative che in quelle decorative, con l'eccezione di due storie sulla parete destra dipinte dal Franciabigio fra il 1518 e il 1519 mentre Andrea si trovava in Francia. Le dodici storie sono delimitate in alto e sui lati da una ricchissima decorazione a festoni e a grottesche, e in basso da un basamento dipinto (in gran parte perduto) che ospita le legende relative alle storie. Come e' logica successione della tecnica dell'affresco, e come conferma la stesura degli intonaci rilevata durante il distacco delle pitture, reso necessario dal loro precario stato di conservazione, di ogni riquadro furono eseguite prima le fasce decorative, poi la storia ed infine il basamento. La scelta del monocromo accentua l' effetto voluto di conferire l'aspetto di bassorilievo alla decorazione del chiostro, che e' stata ben definita dal Freedberg (1963) "the monument of Florentine disegno" e che già' il Vasari (1568) indicava come la scuola di molti pittori fiorentini. La porta di accesso al chiostro e la porta di fondo sono riquadrate ciascuna da due nicchie dipinte che ospitano quattro Virtù' (la "Fede" e la "Speranza", la "Carità'" e la "Giustizia"). Secondo una successione narrativa che non coincide con i tempi di esecuzione, le storie della vita del Battista cominciano sulla parete d'ingresso entrando a destra, proseguono sul lato destro del chiostro (dove si trovano anche i due affreschi del Franciabigio), poi sulla parete di fondo, quindi sul lato sinistro, per concludersi infine sulla parete d'ingresso entrando a sinistra.

Soggetto: storie della vita di San Giovanni Battista, allegorie e decorazioni

Materia e tecnica: intonaco/ pittura a fresco

Data di creazione: 1507 - 1526, sec. XVI, prima metà; 1507 - 1526

Ambito geografico: Chiostro dello Scalzo, via Cavour 69 - 50100 FIRENZE, Firenze (FI) - pareti del chiostro

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd OA: 09-00281371-0

È incluso da: Capolavori del Chiostro dello Scalzo

Fonte dati

MuseiD-Italia / Chiostro dello Scalzo

Identificatore: work_63640

Diritti

Diritti: Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Detentore dei diritti: proprietà Stato


Documenti simili

Ricerca tutti i similiicona