Condividi
  • Facebook
  • Twitter

croce dipinta

Tipo:

Opere; croce dipinta; Oggetto fisico; Berlinghieri Barone; Maestro del San Francesco Bardi; scuola fiorentina; scuola lucchese

Categoria:

Opere d'arte visiva

Autore:

Maestro del Crocifisso n. 434 degli Uffizi (notizie secondo-terzo quarto sec. XIII)

La croce dipinta viene generalmente attribuita ad anonimo influenzato dalla pittura lucchese e pisana ed ha avuto oscillazioni di datazione tra il 1230 e il 1270. Da considerare caposaldo della pittura precimabuesca, il crocifisso attribuito all'anonimo maestro che da esso prende il nome, il Maestro della Croce n. 434, e di recente collegato all'ambito di Coppo di Marcovaldo. Cauto è il Boskovits che lo riferisce ad un pittore della cerchia di Coppo, e lo data intorno al quarto-quinto decennio del XIII secolo. Bellosi identifica la personalità del Maestro della Croce 434 con una fase dell'attività di Coppo stesso.
Tavola sagomata a croce, otto scene della Passione ai lati del Cristo, aureola aggettante, cornice ornata di rosette in rilievo.

Soggetto:

Cristo crocifisso e episodi della passione di Cristo

Estensione:

altezza: cm 250; larghezza: cm 200

Materia e tecnica:

tavola/ pittura a tempera; oro/ punzonatura; pasta vitrea

Data di creazione:

1240 - 1250, sec. XIII, metà; 1240 - 1250

Ambito geografico:

Palazzo degli Uffizi, Piazzale degli Uffizi, Firenze (FI) - sala 2,inv. Inventario 1890, n. 434 (1890 post)

immagine

Immagini di anteprima

anteprima dell'immagine 1

Riferimenti

È riferito da: scheda iccd OA: 09-00189558-0

È incluso da: Capolavori della Galleria degli Uffizi

Fonte dati

MuseiD-Italia / Palazzo degli Uffizi

Identificatore: work_63831

Diritti

Diritti: Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Detentore dei diritti: proprietà Stato



torna all'inizio del contenuto